Esperia (FR) Una delegazione dell’associazione nazionale vittime delle marocchinate ha assistito alla “Giornata della Memoria”, evento organizzato dall’amministrazione comunale.

Si è svolta questa mattina, a Esperia (FR), una manifestazione denominata “Giornata
della Memoria”, organizzata dall’amministrazione comunale, durante la quale è stato
inaugurato un giardino, si sono succeduti degli interventi e si è svolto un breve
concerto bandistico.
Sull’argomento interviene il presidente dell’associazione nazionale vittime delle
marocchinate, Emiliano Ciotti, sottolineando il mancato invito al sodalizio da lui
presieduto e il basso profilo storico della manifestazione.
“Il mancato invito all’ANVM e un’offesa alle vittime delle marocchinate – dichiara
Ciotti – una grave scortesia che se fosse stata fatta a qualche altra associazione
avrebbe scatenato un putiferio.
Ma da questi amministratori comunali, un atteggiamento di chiusura totale ce lo
aspettavamo. Sono gli stessi che in consiglio comunale hanno fatto ritirare la mozione
sulle marocchinate, perché non gli piaceva questo termine, che è di uso comune dal
1946. Inoltre – prosegue Ciotti – sono gli stessi che non hanno sentito il dovere di
partecipare alla manifestazione del 18 maggio scorso, organizzata dal nostro sodalizio
in 60 comuni del Lazio e dell’Italia.
Oggi abbiamo assistito seduti tra il pubblico alla manifestazione – dice Ciotti – e non
possiamo esimerci dal registrare il basso profilo storico dell’evento. Inoltre, abbiamo
riscontrato alcune inesattezze negli interventi che si sono succeduti e, soprattutto, non
sono stati citati gli autori di questi crimini. Quasi si avesse paura a fare il nome
di chi compì questi efferati delitti, e cioè le truppe coloniali dell’Esercito
Francese.

(lettori 204 in totale)

Potrebbero interessarti anche...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: