TRASPORTI. ROMA-LATINA E CIVITAVECCHIA-ORTE IN PIANO LAZIO 2025-30.

(DIRE) Roma, 5 gen. – Il Piano Regionale Mobilita’, Trasporti e Logistica della Regione Lazio prevede una serie di interventi di medio termine (2025/2030): tra questi ci sono il completamento del Corridoio Tirrenico Livorno-Civitavecchia, il completamento della SS 675 Orte-Civitavecchia e la realizzazione del corridoio autostradale Roma-Latina. Nel piano, per la verita’, si parla dettagliatamente di diversi interventi: Si parte con la messa in sicurezza dell’autostrada A24 Strada dei Parchi, dalla barriera di Roma Est fino all’interconnessione tra la A24 e la A25, che prevede il miglioramento plano-altimetrico di alcuni tratti. L’intervento mira ad eliminare le criticita’ legate alla risposta sismica e alle condizioni climatiche estreme a cui l’infrastruttura e’ sottoposta. C’e’ poi il completamento del Corridoio tirrenico Livorno – Civitavecchia (da Tarquinia al confine regionale in localita’ San Pietro in Palazzi), il quale mira a rafforzare l’asse dorsale tirrenico nord della Regione, e’ una priorita’ nazionale a cui si da’ risposta con la realizzazione di un collegamento adeguato tra il centro d’Europa e il Mezzogiorno d’Italia, perfezionando l’assetto di una delle piu’ importanti direttrici plurimodali del Paese.

E poi ecco il Completamento della SS 675 Orte-Civitavecchia nel tratto tra Monteromano e Tarquinia, il cui itinerario fa parte della rete TEN-T europea di livello comprehensive network, non serve solo a connettere il porto di Civitavecchia con l’autostrada A1 e il polo logistico di Orte, ma e’ un asse trasversale fondamentale che si attesta anche su Terni, dando accesso alle aree produttive dell’Umbria e del centro Italia. Ed ancora: tra le opere in questo capitolo e’ presente il nuovo Corridoio Roma – Latina che rappresenta il nuovo asse dorsale tirrenico sud e che crea un sistema a rete nel quale vengono inseriti ulteriori assi trasversali, per aumentarne la permeabilità: la nuova bretella Cisterna-Valmontone, con cui le aree produttive pontine avranno un migliore accesso all’A1, e l’adeguamento della SS 156 dei Monti Lepini nei tratti Sezze – SS 7Appia SS 148 Pontina e SS 214 Sora-Frosinone- Ferentino che colleghera’ in modo efficiente i due capoluoghi di Latina e Frosinone. A nord e’ previsto ancora il potenziamento della SS4 Salaria (interventi di adeguamento, riqualificazione e messa in sicurezza) rafforzera’ un ulteriore asse trasversale direttamente collegato con il GRA eliminando lo storico isolamento della Provincia di Rieti. Infine ecco il potenziamento della SS4 Salaria (interventi di adeguamento, riqualificazione e messa in sicurezza) che rafforzera’ un ulteriore asse trasversale direttamente collegato con il GRA eliminando lo storico isolamento della Provincia di Rieti. Sullo schema di rete principale insisteranno, inoltre, una serie di adeguamenti locali, allo scopo di migliorare l’accessibilita’ dei principali sistemi urbani e produttivi: il collegamento con la SS 675 Orte-Civitavecchia strada Canepina-ValleranoVignanello, il Bypass Sutri – Capranica – Vetralla sulla SS2 Cassia, il nuovo ponte di Orte, la SP51A Maremmana inferiore II e SP54B (casello A24 TivoliZagarolo), il raddoppio di via Tiburtina da Ponte Lucano ad Albuccione, il collegamento Fornaci – Nomentana e Prenestina Nuova – Lunghezza, il sottopasso sulla Via dei Laghi (Casabianca – Ciampino).

Agenzia DiRE  www.dire.it

(lettori 176 in totale)

Potrebbero interessarti anche...