Lavoro. Luca Malcotti, UGL: “Fare presto e bene con il Fondo nazionale nuove competenze”.

“La prima esigenza è quella di fare presto e bene con il Fondo nazionale nuove competenze, sbloccando anche i progetti residui del 2021 non ancora approvati. L’impostazione complessiva è condivisibile, a partire dalla maggiore selettività dei progetti formativi, con una migliore qualificazione della formazione, per cui è utile la proposta di una cabina di regia. È anche fondamentale chiarire bene le modalità organizzative, compresi i controlli, per gli interventi dei fondi interprofessionali che si dovranno far carico di un lavoro importante. Coerente con questa scelta è però la necessità di emanare subito le linee guida per l’impiego dei 120 milioni di euro restituiti per il 2022 ai fondi per i cassaintegrati e rendere strutturale la restituzione a partire dal 2023. Crediamo che sia altresì utile prevedere meccanismi di premialità per le imprese che introducono elementi di partecipazione. Per colmare il gap esistente nel mercato del lavoro, con le aziende che non trovano personale, è necessario accelerare i processi in atto con il coinvolgimento degli enti paritetici e, più in generale, del vasto mondo della scuola, compresi gli istituti tecnici superiori”. Lo ha dichiarato Luca Malcotti, Vicesegretario Generale dell’UGL, durante il tavolo con il Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali Andrea Orlando.
(lettori 185 in totale)

Potrebbero interessarti anche...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: