IL VICESINDACO CARLO RISI: GRAZIE ALLA PROLOCO di AQUINO.

Nella serata di ieri, ancora una volta il borgo di Aquino è stato teatro di un evento meraviglioso: il “Borgo Divino” organizzato dalla Proloco di Aquino, con la collaborazione della Amministrazione Comunale.

Un migliaio di persone – pur nel rispetto delle norme anticovid – ha potuto degustare, in uno dei contesti più suggestivi della nostra città, i vini e le prelibatezze di numerosi operatori, per la gran parte esercenti in Aquino.

E’ stata una ulteriore occasione in cui la nostra città ha saputo mostrare il suo volto migliore, in termini di accoglienza, di bellezza e di organizzazione.

Esprimo, quindi, un sincero sentimento di gratitudine alla Proloco di Aquino, in persona del suo Presidente, Pompeo Pellegrini, per essere riuscita – allestendo alla perfezione questa ennesima edizione del Borgo Divino – ancora una volta a dare concretezza a quello spirito di servizio e disponibilità nei confronti di Aquino, spirito che caratterizza questo mirabile sodalizio tra aquinati innamorati della città ed ansiosi di metterne a frutto tutte le potenzialità in ogni settore (sociale, sportivo, culturale economico).

Il riconoscimento delle civica benemerenza alla Proloco di Aquino, conferito dall’Amministrazione Comunale il 17 luglio scorso, costituisce solo un segno, minimo e doveroso, della riconoscenza nostra e di tutti gli Aquinati.

Vero è che la associazione PROLOCO di Aquino, pur restando nell’alveo delle prerogative statutarie, si è di fatto, in unalogica di sussidiarietà, fisiologicamente imposta quasi come organo “ausiliario” della Amministrazione e ciò in tutta una serie di settori di assoluta rilevanza fornendo un apporto decisivo e determinante all’azione amministrativa.

La Proloco, congiuntamente al Comune e, di volta involta, con la partnership anche di altre associazioni, organizza nel corso dell’anno eventi di qualsivoglia natura ( sportivi: si pensi alla gara podistica dell’Epifania o ai numerosi eventi ciclistici presso il Vallone; culturali, come il Premio Giovenale; socio ricreativi, con ricadute positive a livello economico nella città, come l’evento di ieri sera o il Natale al Borgo e tanti altri), beneficiando dei finanziamenti statali regionali conseguiti dall’Amministrazione, la quale – anche di suo – stanzia delle somme nel bilancio comunale per la consistente attività di anno in anno messa in cantiere dalla associazione.

Ma il punto che vorrei evidenziare è che – al di là del rapporto istituzionale oramai consolidato- si è creata una relazione personale, fatta di stima e disponibilità reciproca tra gli amministratori e questo infaticabile gruppo di uomini e donne che costituiscono la Proloco: questa felice condizione è garanzia di ottime cose per il futuro della Città.

D’altro canto, non è un caso che tutto quello che dal 2013, anno di insediamento della Amministrazione targata Libero Mazzaroppi, accade ad Aquino, in termini di opere realizzazioni, manifestazione eventi e tanto altro, anche grazie alla Proloco, non è mai accaduto prima e non sono così certo (anche se la cosa sarebbe, ovviamente, auspicabile) che questa intensa e perfetta collaborazione tra Proloco e Amministrazione potrebbe, in ipotesi, replicarsi in un altro diverso contesto politico amministrativo, perché se è possibile replicare un assetto istituzionale, ben più arduo è immaginare di procrastinare un modello fondato su rapporti personali di conoscenza stima e rispetto.

(lettori 189 in totale)

Potrebbero interessarti anche...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: