Covid, allarme Oms: “In Europa vaccinazioni rallentano, entro dicembre si rischiano altri 236mila morti”.

di Francesco Demofonti

Da qui al primo dicembre l’Europa potrebbe registrare la morte di altre 236mila persone a causa del Covid“. Lo ha dichiarato il direttore dell’Organizzazione mondiale della sanità in Europa, Hans Kluge, nel corso di una conferenza stampa. Kluge ha sottolineato chei dati sono da considerare “molto preoccupanti anche a causa del basso tasso di vaccinazione, tra le categorie ritenute più a rischio, in alcuni Paesi del continente”. Il direttore dell’Oms in Europa ha precisato che “nelle ultime sei settimane le vaccinazioni sono diminuite del 14% a causa di una mancanza di accesso ai vaccini in certi Paesi e la mancanza di un’accettazione della vaccinazione in altri”.

Secondo l’esponente dell’agenzia Onu, “l’aumento dei contagi da coronavirus è dovuto principalmente alla rapida diffusione della variante Delta, all’allentamento delle restrizioni e all’aumento del numero dei viaggi e degli spostamenti compiuti in estate“. Kluge ha infine dichiarato che “i vaccini sono il modo più efficace per avviare le riaperture e stabilizzare le economie”, ha concluso.

JOHNS HOPKINS UNIVERSITY: “OLTRE 4,5 MLN DI MORTI NEL MONDO”

Intanto il bilancio dei decessi causati dal Covid nel mondo ha superato la soglia dei 4 milioni e mezzo: è quanto emerge dai conteggi della ‘Johns Hopkins University’. L’università americana informa che dall’inizio della pandemia i morti a livello globale legati al coronavirus sono 4.502.268, a fronte di un totale di casi di contagio.
Secondo le stime dell’ateneo privato di Baltimora (stato del Maryland), sono state somministrate – tra prima e seconda dose – oltre 5,22 miliardi di dosi di vaccini anti Covid, per la precisione 5.221.901.245.

Agenzia DiRE  www.dire.it

(lettori 183 in totale)

Potrebbero interessarti anche...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: