Attivismo Immaginale.

ATTIVISMO IMMAGINALE

L’unica vera rivoluzione è il cambiamento dello stato della coscienza. Quello che conta non è quale scelta fai, ma come la fai: per amore o per convinzioni mentali?

La terza via, la via di Nāgārjuna, è la via della non-mente, dell’assenza di teorie, del rifiuto di ogni credenza, la via del cuore, la via della conoscenza dell’attimo presente nella quale si agisce in assenza di teorie e in ogni momento si fa ciò che in quel momento proviene dal cuore.

Alcuni credono che seguire la terza via significhi non prendere posizione, questo dipende dal fatto che essi non riescono a vedere la terza via, perché guardano con gli occhi della mente e non con gli occhi del cuore.

Io, che viaggio parecchio, oggi più che mai, mi rendo conto che ovunque vi sono le medesime restrizioni alla libertà, le persone sono in una situazione molto grave, vessate su più fronti, soffrono.

E’ possibile cambiare questa situazione.

Non c’è nessuno là fuori che ci costringa o ci limiti, è possibile farcela! La domanda è: tu vuoi veramente farcela?

Noi immaginalisti ci stiamo muovendo per una vera rivoluzione, la sola in cui crediamo: il cambiamento dello stato della coscienza, che passa innanzitutto attraverso un cambiamento della propria narrazione quali vittime.

Mi sto rendendo conto che il passaggio è possibile per molti, ma non per tutti. Bisogna che chi è pronto vada avanti e inizi a cambiare, gli altri seguiranno.

È in atto una speciazione. Parafrasando Sri Aurobindo: una speciazione riguarda una lotta tra il nuovo che sta mutando e il vecchio che fa resistenza.

Avere teorie, credenze mentali oggi significa essere manipolati dalla politica e dagli interessi economici. Lasciate le teorie ed entrate nel cuore!

“La pratica della non-mente è il principio per la vittoria
Se, quando combatte, il samurai pensa di avere l’opportunità di attaccare il fianco del suo avversario, allora la sua mente incomincerà a preoccuparsi del fianco del suo avversario.
Se, quando combatte, pensa di avere una possibilità di colpire il suo avversario con la potenza di un determinato colpo della spalla sinistra, allora la sua mente incomincerà a concentrarsi unicamente sulla sua spalla sinistra, perdendo di vista la potenza dell’insieme del suo corpo.
La vittoria accade quando non sei preoccupato di nulla e riesci a rimanere concentrato sulla totalità dell’immagine del combattimento e ti lasci fluire con gli eventi attimo per attimo. A questo stato si perviene attraverso la non-mente, cioè una condizione in cui il corpo, l’istinto, i sensi sono liberi di agire senza passare attraverso il giudizio mentale.
Wabi Sabi è una via protetta, sicura, dolce per la conquista della non-mente.”
(Tratto da “Wabi Sabi, la bellezza della vita imperfetta”)

I NOSTRI VIDEO CORSI IN EVIDENZA PER TE
L’Imaginal Academy chiude per due settimane.
Le masterclass riprendono il 30 agosto, gli uffici riaprono il primo settembre.

Buona estate immaginale!
Le tue Dragon girls
(lettori 13 in totale)

Potrebbero interessarti anche...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: