SCUOLA. TOCCALINI (LEGA): NULLA È STATO FATTO MA GOVERNO VUOLE RIAPRIRE.

(DIRE) Roma, 3 gen. – “Il Governo sta mettendo a rischio la salute di milioni di studenti e dei loro familiari. Vogliono imporre il rientro in presenza il 7 gennaio, ma in piu’ di un mese di didattica digitale integrata nulla e’ stato fatto di concreto per consentire in sicurezza una ripresa in presenza, nonostante tutte le nostre sollecitazioni. All’annuncio del Governo, risalente al 3 dicembre, che aveva previsto come dal nuovo anno gli studenti e il personale scolastico sarebbero tornati al 75% in presenza, non sono seguiti interventi per potenziare il trasporto pubblico locale o il sistema di tracciamento, con istituti scolastici abbandonati a loro stessi nel progettare e programmare il ritorno a scuola. Ora gli studenti ci scrivono perche’ vige un clima di confusione e non conoscono le modalita’ del ritorno in classe. La Lega Giovani vuole un ritorno integrale in presenza, siamo consapevoli di come la didattica a distanza non sia uno strumento formativo sufficiente, ma e’ comunque necessario che i trasporti pubblici siano implementati, in corse e carrozze, e che le nostre scuole possano essere riaperte in sicurezza, una volta per tutte”. Cosi’ in una nota Luca Toccalini, deputato e coordinatore federale della Lega Giovani.

Agenzia DiRE  www.dire.it

(lettori 189 in totale)

Potrebbero interessarti anche...