Al Teatro Ariston la Cantina Teatrale la Luccicanza.

Frankenstein tra Letteratura e Scienza

28 Aprile ore 20.30

Cinema Teatro Ariston Gaeta

Al Cinema Teatro Ariston la Cantina Teatrale la Luccicanza con Frankenstein tra Letteratura e Scienza.

Si terrà il prossimo 28 Aprile, in primo appuntamento, alle ore 20.30, e il 18 Maggio alla stessa ora la seconda serata, presso il Cinema Teatro Ariston di Gaeta, il nuovo lavoro della Cantina Teatrale La Luccicanza dal titolo “Frankenstein tra Letteratura e Scienza”. Con la Regia di Diego Sasso, in collaborazione con l’Associazione Salotto Culturale Koinè di Formia e la Chiesa Cristiana Avventista del Settimo Giorno di Gaeta, la pièce teatrale è ripresa, ispirata e adattata su uno dei romanzi più significativi della letteratura mondiale: “FRANKENSTEIN” di Mary Shelley.

Con i costumi di Irma Fantasia, gli interpreti guideranno il pubblico nel racconto della nascita e la maturazione della scrittrice, in particolar modo tutte le influenze idealistiche e filosofiche che ella ha potuto vivere e sperimentare nella sua casa dove viene cresciuta dal padre, il filosofo e scrittore William Godwin. La storia romanzata si espande con la presenza in scena e a video di tutti i personaggi creati dalla scrittrice, che ripercorre, tutto l’assorbimento filosofico e scientifico che nella sua vita ha sperimentato traducendo una folgorante letteratura, dando voce, interiorità e ragioni verso una ricerca, della miglior condizione di vita in parallelo con la scienza che resta un modo per curare e conoscere a fondo la vita, ma non di rigenerarla artificialmente dalla morte.

Altra risorsa scenica di narrazione e riflessione è la storia personale del Dottor Frankenstein , il quale corrisponde alla bellezza, ma anche all’ossessione e a volte poca apparente moralità di uno scienziato che è ormai prigioniero della sua stessa ricerca per giungere e poi inseguire quella “scintilla” che lo porterà a conseguenze devastanti per lui e per i suoi cari, vittime di azioni malvagie che la Creatura compie, la quale di canto suo, soffre di essere stato così tanto voluto, ma poi abbandonato e infine ingannato perchè non corrisponde alla natura, alla presunta perfezione, ma che la stessa natura gli insegna ad amare, mentre gli uomini lo rifiutano e non accettano solo per le sue mostruose apparenze.

Vicende dunque che porteranno Mary Shelley nel 1816 alla prima stesura del romanzo.

Un copione che sperimenta e fonde i due linguaggi, mescolandoli in alternanze di scene che vedranno lo spettatore passare, dalla visione viva del palco, alle proiezioni cinematografiche inedite nello svolgimento di 2 serate capaci di essere legate, ma allo stesso tempo, indipendenti tra loro.

🎫Biglietto unico per la visone di uno dei due spettacoli 12€

Biglietti per le visione di entrambi gli spettacoli €20

Punti Prevendita:

➡️Il Chioschetto- Piazza Vittoria a Formia

➡️Ottica Karma- Via Europa 3 a Gaeta

➡️Bix Café- Via Italo Balbo 147 a Itri

📲Info e Prenotazioni: 3405295641

Info e Dettagli
(lettori 5 in totale)

Potrebbero interessarti anche...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: