DIFENSORE CIVICO LAZIO, AUGURI AL NUOVO UFFICIO DI PRESIDENZA DEL COORDINAMENTO NAZIONALE DEI DIFENSORI CIVICI.

Illustrata da Marino Fardelli, nell’occasione, una relazione che sarà presentata in aprile a Strasburgo, alla Conferenza della rete europea dei difensori civici

Nella giornata di ieri, mercoledì 30 marzo, si è riunito a Roma il coordinamento nazionale dei Difensori civici delle Regioni e delle Province autonome italiane con diversi punti all’ordine del giorno. Il coordinamento ha rinnovato l’Ufficio di Presidenza eleggendo Sandro Vannini, Difensore Civico della Regione Toscana, quale Coordinatore Nazionale dei Difensori Civici e Vice Presidente Marcello Pecorari, Difensore Civico della Regione Umbria, mentre Antonia Fiordelisi, che non era in scadenza, ha mantenuto la carica di secondo vice presidente nazionale.

“A nome mio personale e dell’Istituzione che rappresento – ha commentato Marino Fardelli, Difensore Civico della Regione Lazio – formulo al nuovo ufficio di presidenza gli auguri di buon lavoro per un grande e proficuo lavoro da fare insieme ai colleghi che rappresentano a livello nazionale e regionale la difesa civica”.

Nel corso della riunione, Marino Fardelli, a nome del tavolo di lavoro denominato “Difesa Civica, digital divide e cittadinanza digitale”, ha illustrato una relazione redatta insieme ad altri colleghi difensori civici sui punti di forza e di debolezza sul tema “cittadini, pubblica amministrazione e difficoltà che gli stessi cittadini riscontrano sulla cittadinanza digitale”, anche a seguito dei diversi webinar che il Difensore civico del Lazio ha organizzato nelle settimane precedenti con illustri ospiti nazionali.

La relazione costituisce un importante documento di lavoro che lo stesso Fardelli presenterà a Strasburgo su invito della Mediatrice europea Emily O’Reilly, che ha intrapreso un percorso sul tema della cittadinanza digitale, organizzando la Conferenza della Rete europea dei difensori civici, che si terrà il 27 e il 28 aprile 2022 presso il Parlamento europeo a Strasburgo. Il tema centrale della Conferenza è il modo in cui affrontare le sfide poste dalla digitalizzazione delle pubbliche amministrazioni, un fenomeno che ha subìto un’accelerazione durante la pandemia. Le questioni che verranno affrontate sono molteplici e riguardano il modo in cui garantire che i progressi in materia di intelligenza artificiale non diminuiscano la trasparenza e l’assunzione di responsabilità da parte delle amministrazioni coinvolte nel processo decisionale, che i gruppi più vulnerabili non siano esclusi e che le norme in materia di protezione dei dati personali siano rispettate.

Marino Fardelli interverrà nella sessione “L’impatto della digitalizzazione delle amministrazioni pubbliche sull’accesso dei cittadini ai loro diritti”, dove verrà esaminato in modo più approfondito il ruolo dei Difensori civici nel monitoraggio dei progressi in ambito digitale presso le pubbliche amministrazioni, verificando anche se gli uffici dei difensori civici dispongano delle risorse e degli strumenti necessari per svolgere appieno tale compito e se essi stessi possano garantire, in pratica, che le amministrazioni agiscano nell’interesse pubblico. Se la pandemia ha notevolmente accelerato il processo di digitalizzazione delle pubbliche amministrazioni, gli interventi nella plenaria si occuperanno quindi di come, tra le sfide generali derivanti da questo cambiamento sociale-economico, si collochi anche quella dell’accesso dei cittadini ai diritti e alla trasparenza del processo decisionale delle pubbliche amministrazioni in modo il più possibile inclusivo.

 

Ufficio Stampa

Consiglio regionale del Lazio

Telefono +39.06.6593.7276

Fax +39.06.6593.7950

00163 – Roma – Via della Pisana 1301

News Consiglio Lazio – feed rss

(lettori 18 in totale)

Potrebbero interessarti anche...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: