MOSE. PREALLERTA PER DOMANI E MERCOLEDÌ, LAVORATORI SONO PRONTI.

UIL: LAVORATORI SONO LÀ,INIZIANO AD ARRIVARE PAGAMENTI ARRETRATI (DIRE) Venezia, 4 ott. – Il Mose è in preallerta e potrebbe essere attivato domani, martedì 5 ottobre, o dopodomani, mercoledì 6 ottobre. Per avere una conferma certa bisognerà attendere previsioni più attendibili.
“I lavoratori sono preallertati e sono pronti a intervenire”, assicura alla ‘Dire’ Igor Bonatesta, segretario Uil Venezia, che dimostra un certo ottimismo dopo lo sblocco dei fondi necessari al pagamento dei lavoratori delle ditte coinvolte nella gestione del sistema di dighe mobili. “I lavoratori sono là e sono pronti, anche se non è che siano entusiasti perché la situazione è ancora ingarbugliata. Sono arrivati i primi pagamenti, giusto un pezzo di agosto ma per chi non aveva preso nulla per due mesi è già qualcosa”, spiega Bonatesta. “Manca ancora tutta la parte bloccata dal tribunale, la paga di luglio e dei primi giorni di agosto per Comar e due mensilità per Thetis. Ma dovrebbe esserci uno sblocco a giorni, si spera già fra oggi e domani”. E questo “dovrebbe alleggerire la situazione, che comunque non è semplice”. D’altra parte “le aziende devono trovare un accordo con il Consorzio Venezia Nuova, altrimenti se andiamo in ambito giudiziale è più lunga… Le aziende devono trovare un accordo per avere i loro pagamenti e cominciare a lavorare ed essere pagate”. Se le aziende trovassero un accordo “paradossalmente saremmo davvero a un buon punto, si riprende con i lavori, i lavori che vengono fatti vengono pagati… Finalmente c’è una linea per il futuro, bisogna chiudere il passato”.

Agenzia DiRE  www.dire.it

(lettori 184 in totale)

Potrebbero interessarti anche...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: