Comunali, Salvini ammette la sconfitta: “Candidati scelti e presentati troppo tardi”.

di Antonio Bravetti

Il leader della Lega: “Sono abituato a metterci la faccia”.

“Sono abituato a metterci la faccia, sempre e comunque, senza dare colpe. In alcune città siamo arrivati a scegliere troppo tardi i candidati da opporre al centrosinistra. Abbiamo offerto ai milanesi, ai bolognesi o ai napoletani troppo poco tempo per conoscere i candidati. Siamo arrivati tardi, anche se abbiamo scelto i migliori candidati”. Così Matteo Salvini, ospite dello speciale Tg1.

LEGGI ANCHE: Elezioni comunali, risultati in diretta: centrosinistra verso vittoria al primo turno a Bologna, Napoli e Milano

“L’anno prossimo voteranno 25 città importanti, tra cui Genova, Palermo, Parma, Padova, Lecce: il centrodestra ha il dovere di individuare i suoi candidati il prima possibile. Entro novembre dobbiamo scegliere con gli amici Giorgia e Silvio: candidati civici o non civici, per avere almeno 5 mesi di tempo per presentarli e far conoscere i programmi”. Così Matteo Salvini, ospite dello speciale Tg1.

“L’insegnamento tratto- aggiunge- è scegliere presto e insieme. Nessuna scusa, dove si è perso, si è perso per demeriti nostri. Come Lega abbiamo più sindaci di ieri pomeriggio. Il centrodestra unito vince ma deve essere unito sul serio”.

Agenzia DiRE  www.dire.it

(lettori 114 in totale)

Potrebbero interessarti anche...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: