Tokyo 2020, brilla l’argento Ferrari e l’Italia eguaglia il medagliere di Rio.

di Erika Primavera.

L’unica ginnasta italiana ad aver raggiunto questo traguardo conquista la medaglia numero 28 a sei giorni dalla conclusione dei Giochi.

TOKYO – Con l’argento di Vanessa Ferrari nel corpo libero, l’Italia conquista la medaglia numero 28 a Tokyo eguagliando il conto di Rio 2016, a sei giorni dalla conclusione dei Giochi. Per l’azzurra si tratta della prima medaglia olimpica alla quarta partecipazione, l’unica ginnasta italiana ad aver raggiunto questo traguardo. Ed è anche il primo podio individuale al femminile nella lunga storia della ginnastica artistica ai Giochi.

L’ultima settimana degli azzurri all’Olimpiade inizia con il pareggio del Settebello per 5-5 con l’Ungheria nell’ultimo match del suo girone, chiuso senza sconfitte. Ai quarti gli azzurri dovranno affrontare la Serbia alle 11.20 locali di mercoledì. Alle 17 locali di mercoledì anche le azzurre del volley, sempre contro la Serbia, dopo il sorteggio seguito alla sconfitta contro gli Stati Uniti 3-2 (21-25, 25-16, 25-27, 25-16, 15-12). Buone notizie dal beach volley: la coppia formata da Paolo Nicolai e Daniele Lupo accede ai quarti di finale, grazie al successo sui polacchi Bryl-Fijakel per 2-0.

È iniziato il programma del ciclismo su pista. All’Izu Velodrome il quartetto femminile dell’inseguimento, composto da Letizia Paternoster, Elisa Balsamo, Rachele Barbieri e Vittoria Guazzini, ha chiuso al quarto posto in 4:11.666, nuovo record italiano. Le azzurre affronteranno la Germania che nelle qualificazioni hanno fatto registrare il nuovo record del mondo (4:07.307). Al maschile, invece, Simone Consonni, Filippo Ganna, Francesco Lamon e Jonathan Milan si qualificano con il secondo tempo (3:45.895, anche qui nuovo record italiano) e affronteranno la Nuova Zelanda, terza in 3:46.079.

Ampio il capitolo dell’atletica. Dalia Kaddari e Gloria Hooper si sono qualificate per le semifinali dei 200 metri: la prima direttamente con il il terzo posto nella sua batteria in 23”26, la seconda è stata ripescata grazie al tempo di 23″16. Non hanno ottenuto però poi l’accesso alla finale in quanto entrambe sono risultate ottave con 23.41 e 23.28 in due distinte semifinali.

Ottavo posto per Filippo Randazzo nella finale del salto in lungo dove si ferma a 7,99 (due salti validi e quattro nulli). Gaia Sabbatini accede alla semifinale nei 1500 metri, correndo in 4:05.41. Niente da fare per Federica Del Buono, undicesima in batteria in 4:07.70. Elisa Molinarolo non è riuscita ad entrare in finale nell’asta, stessa sorte di Roberta Bruni. Elisa ha saltato 4.40 classificandosi al 18esimo posto mentre Roberta con 4.25 occupa il 24esimo posto generale. Ha concluso al 12esimo posto la finale del disco Daisy Osakue, che ha lanciato l’attrezzo a 59.97 metri. Ha chiuso la semifinale dei 400 metri Davide Re con 44.94, il suo decimo posto non gli consente l’accesso alla finale.

Yadisleidy Pedroso e Linda Olivieri, impegnate nelle semifinali dei 400 hs, hanno occupato rispettivamente la 16esima (55.80) e 19esima posizione in classifica (57.03). Nono posto nella finale dei 3000 siepi per Ala Zoghlami con 8.18.50, mentre Ahmed Abdelwahed con 8.24.34 ha occupato la 14a posizione. Ha migliorato il suo primato personale Nadia Battocletti che ha coperto i 5000 metri in 14:46.29 finendo settima.

Nella canoa kayak Francesca Genzo, con il secondo posto nella prima batteria del K1 200 metri con 42.198, si qualifica direttamente alle semifinali. Samuele Burgo è in semifinale nella canoa sprint K1 1.000. L’azzurro ha chiuso al secondo posto la sua batteria dei quarti. Nel tiro a segno Marco De Nicolo è 19esimo nelle qualificazioni della carabina, specialità 3 posizioni. L’altro azzurro Lorenzo Bacci chiude trentesimo. Nella pistola 25 metri mancano la finale Tommaso Chielli e Riccardo Mazzetti. I due hanno chiuso rispettivamente al 14esimo posto e al 16esimo posto. Lorenzo Marsaglia chiude al 20esimo posto nelle qualificazioni dei tuffi, trampolino da 3 metri, con un totale di 369.60 punti. Un errore e una piccola penalizzazione per il superamento del tempo, invece, nell’equitazione hanno portato Susanna Bordone e Imperial Van De Holtakkers ad occupare il 18esimo posto con un totale negativo 50.50 nella finalissima del Concorso Completo. Infine la vela. A causa del vento debole le regate in programma oggi sono state rinviate a domani. 

Agenzia Dire  www.dire.it

(lettori 188 in totale)

Potrebbero interessarti anche...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: