Confagricoltura Frosinone: sviluppo aree interne fondamentale per economia.

C’è finalmente una nuova sensibilità legata allo sviluppo delle aree interne del territorio, considerate svantaggiate perché distanti da servizi essenziali come suole e ospedali che, noi di Confagricoltura, da sempre riteniamo ricche di risorse ambientali e diversificazione territoriale su cui bisognerebbe investire”.

È quanto sostiene il Presidente di Confagricoltura Frosinone Vincenzo del Greco Spezza sulle aree montane, rurali e periferiche che conta oltre il 60% della superficie nazionale e del 21% della popolazione italiana totale. I borghi e le campagne sono la spina dorsale del Paese da troppo tempo messe da parte nonostante siano una peculiarità del Made in Italy.

Recentemente i diciotto comuni della provincia di Frosinone dell’area interna della Valle di Comino e i due dei Monti Simbruini hanno ricevuto finanziamenti per rilanciare le attività agricole e produttive: “Quello è stato solo un primo passo – spiega del Greco Spezza – ma ora ci aspettiamo che si continui a sostenere questa strategia, dedicando ulteriori investimenti per infrastrutture materiali e digitali, oltre che per la messa in sicurezza del territorio.

Si tratta di un’opportunità per ripartire e favorire lo sviluppo economico”. Le aree interne possiedono peculiarità uniche, con potenzialità enormi per favorire la riscoperta di un turismo slow: “Sarebbe opportuno riqualificare borghi, fabbricati abbandonati e creare un rapporto tra le aree interne e le città per riportare stabilmente le persone nei territori. Per far questo – continua del Greco Spezza – occorre però arrivare a modelli stabili che possano garantire continuità negli investimenti. Confagricoltura sta da tempo lavorando in questa direzione, testimonianza ne sono i numerosi accordi stretti con associazioni ed enti per attirare l’attenzione dei governi”.

(lettori 187 in totale)

Potrebbero interessarti anche...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: