Regione Lazio, “DEED” e “Studio 5T” vincono le challenge di GIOMI.

Sono due le sfide regionali lanciate insieme a GIOMI per la ricerca di soluzioni innovative per il monitoraggio e l’assistenza dei pazienti. Ai vincitori un Premio complessivo di 30mila euro. Ai secondi e terzi classificati servizi specialistici.

Roma, 15 dicembre 2020

Premiati i vincitori delle Challenge lanciate da GIOMIRegione Lazio e Lazio Innova a startup, team imprenditoriali e spin off con l’obiettivo di selezionare soluzioni innovative, sia in ambito ospedaliero che a domicilio, per il monitoraggio e l’assistenza dei pazienti. Le sfide hanno riguardato “Soluzioni IoT per la salute dei pazienti anziani e disabili” e “Robotica biomedica per il monitoraggio e l’intrattenimento del paziente”.

All’Innovation Day, che si è svolto in streaming sulla pagina facebook di Lazio Innova, sono intervenuti tra gli altri: Emmanuel Miraglia, Presidente Gruppo GIOMI; Fabio Miraglia, amministratore Innovation and Research GIOMI; Nicola Tasco, presidente di Lazio Innova e Luigi Campitelli, direttore operativo Spazi Attivi di Lazio Innova.

“Il Gruppo Giomi da anni pone grande attenzione alla ricerca e all’innovazione con una forte apertura nei confronti di start up e soluzioni innovative. Il rapporto consolidato nel tempo tra la Giomi e la Regione Lazio ci permette di avviare insieme notevoli progetti ed iniziative che possano dare nuovo slancio alla ricerca e al lavoro – ha affermato Emmanuel Miraglia, presidente del Gruppo Sanitario Giomi Spa – L’obiettivo di Giomi è quello di promuovere e sostenere la realizzazione e lo sviluppo di innovazione al fine di accrescere la qualità dell’assistenza e il benessere dei pazienti”

“La Open Innovation Challenge ha rappresentato una importante opportunità, quella di incontrare giovani team e meritevoli progetti, in grado di comunicare con soluzioni già presenti in Giomi, in virtù di un Gruppo dedito alla ricerca e aperto a nuovi sviluppi. Non a caso abbiamo creato la Giomi Innovation and Research, motore interno di ricerca e sviluppo di tutto il Gruppo, che svolge un’attività quotidiana a servizio dell’innovazione, da cui l’ultimo progetto nato. Si chiama Giomi Home ed è la prima piattaforma integrata di telemedicina a servizio dei pazienti, il punto di partenza da cui iniziare una potenziale sinergia con i vincitori della challenge al fine di potenziare ed implementare quella che abbiamo nominato The Italian Health Platform“ – ha sottolineato Fabio Miraglia, Amministratore della Giomi Innovation and Research.

Alla finale hanno partecipato i 10 migliori team che hanno beneficiato di un percorso di mentorship per la definizione delle proposte imprenditoriali insieme ad esperti di Lazio Innova e di GIOMI.

A sfidarsi 6 progetti per le “Soluzioni IoT” e 4 per “Robotica biomedica”:

Soluzioni IoT:

  • DEED con il prodotto GetMed – bracciale per la rilevazione di parametri biometrici, per il monitoraggio e la previsione medica;
  • E-motion con il prodotto SHOWMOTIONHOME – dispositivo per l’assistenza, il monitoraggio e la valutazione della riabilitazione articolare da remoto;
  • Future Care con il prodotto Looky – dispositivo per il monitoraggio dell’anziano rispetto all’aderenza alla terapia farmacologica e al rilevamento delle cadute;
  • Miracle con il prodotto omonimo – specchio smart che rileva i parametri fisiologici senza l’utilizzo di sensori a contatto;
  • di-Pen con prodotto omonimo – dispositivo in grado di assistere il paziente diabetico nell’assunzione di insulina;
  • VoiceMed  con prodotto omonimo – sistema di rilevazione vocale di sintomi.

Robotica biomedica:

  • Latina Spinoff con il prodotto Deambulatore spaziale – deambulatore multifunzione;
  • Priyatech con il prodotto Priya – sistema di Intelligenza Artificiale per la diagnosi e il monitoraggio da remoto di soggetti potenzialmente e/o effettivamente colpiti da COVID-19;
  • Studio 5T con il prodotto TrustTool – robot semovente per il monitoraggio e l’intrattenimento dei degenti;
  • Serene con prodotto omonimo – studio di ambienti “smart” e robotizzati per l’assistenza a persone anziane e fragili.

Si è aggiudicata il Primo premio “Soluzioni IoT”: “DEED con GetMed” che ha ricevuto i 10mila euro messi in palio. Secondo e Terzo classificato, rispettivamente “VoiceMed” e “E-Motion con SHOWMOTIONHOME”.

A vincere il Primo premio “Robotica biomedica”: “Studio 5T con Trust Tool” che ha ricevuto 20mila euro. Secondo e Terzo classificato, “Priyatech con Prya” e “Serene”.

I Primi classificati di entrambe le sfide saranno inseriti nell’albo fornitori di GIOMI, che si riserva la possibilità di avviare, con uno o più partecipanti, un’attività di collaborazione e di sviluppo congiunto di nuove soluzioni.

I secondi e terzi classificati riceveranno invece una serie di servizi specialistici da parte di Lazio Innova per lo sviluppo del proprio business.

“L’iniziativa rientra nel programma strategico di open innovation della Regione Lazio – ha evidenziato Nicola Tascopresidente di Lazio Innova – Queste che si concludono oggi sono la diciassettesima e diciottesima challenge, che sono state realizzate da Lazio Innova con l’obiettivo di mettere in connessione le grandi imprese già attive sui mercati con la creatività e la competenza di giovani talenti e startup, per complessivi 122 progetti innovativi supportati attraverso un programma di mentorship”.

MICHELE LOMBARDI
COMUNICAZIONE

Ufficio Stampa

Lazio Innova S.p.A.
VIA MARCO AURELIO 26/A

00184 ROMA

m.lombardi@lazioinnova.it

www.lazioinnova.it

(lettori 37 in totale)

Potrebbero interessarti anche...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: