Anpci plaude alla visita di Mattarella a Castegnato.

IL PRESIDENTE MATTARELLA IN VISITA A CASTEGNATO: GESTO DI GRANDE UMANITA’
E SENSIBILITA’ VERSO I PICCOLI COMUNI.


Ha sorpreso tutti la visita inattesa del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella al
cimitero del Comune di Castegnato, in provincia di Brescia. Comune di poco più di
ottomila abitanti, dove lo scorso 7 settembre ignoti hanno rubato la croce di bronzo
posta sul monumento dedicato alle vittime di Covid-19 della prima “ondata” di
epidemia. Una notizia che ha colpito il Presidente, il quale, in occasione della giornata di
Ognissanti, si è recato a Castegnato per dimostrare la Sua solidale vicinanza alla
comunità intera. L’Anpci desidera esprimere grande apprezzamento al Presidente
Mattarella che ancora una volta ha dimostrato di essere un grande statista vicino alle
persone e alle piccole comunità italiane. Un gesto di grande sensibilità e umanità in un
Paese duramente segnato dall’epidemia. La provincia di Brescia insieme a quella di
Bergamo è stata una delle più colpite, come lo stesso comune di Castegnato. Il
monumento era stato voluto per ricordare le tante persone decedute senza il conforto
dei loro cari. Il furto della croce, gesto ignobile e dissacrante, è una ferita per ognuno di
noi. Pertanto l’Anpci coglie questa importante occasione, oltre che per elogiare
l’operato del Presidente della Repubblica, anche per dimostrare solidarietà e vicinanza
al sindaco Gianluca Cominassi, alla sua amministrazione, ai cittadini di Castegnato e ai
familiari dei defunti di questo splendido paese bresciano, divenuto simbolo dei
tantissimi piccoli comuni che parimenti hanno sofferto e soffrono a causa di questa
terribile pandemia.

Roma, 02 novembre 2020

Franca Biglio

(lettori 185 in totale)

Potrebbero interessarti anche...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: