Alatri, sicurezza come priorità del candidato sindaco Cianfrocca.

Il tema della sicurezza al centro dell’azione amministrativa qualora Maurizio Cianfrocca diventasse sindaco di Alatri. Il candidato sostenuto dalla coalizione di centrodestra illustra le iniziative per la sicurezza messe a punto dalla sua squadra nei mesi scorsi. Un piano dettagliato, già pronto per essere attuato non appena la nuova giunta comunale si sarà insediata.

Al centro vi è la sottoscrizione di un patto con la Prefettura che il sindaco porterà sui tavoli istituzionali subito dopo la sua nomina, al fine di incidere per davvero sulla sicurezza urbana. Uno strumento che consentirà di far vivere più serenamente i cittadini di Alatri e di accedere ai fondi per il potenziamento del sistema di videosorveglianza.

“La futura amministrazione – spiega Cianfrocca – dovrà essere composta da persone che vivono il territorio ma soprattutto ne conoscono a fondo problemi e potenzialità. Per questo motivo la nuova giunta dovrà dettare per davvero le linee guida per la sicurezza. Il sindaco e i suoi delegati incontreranno frequentemente il comandante della stazione dei Carabineri e quello della Polizia Locale per pianificare le azioni di contrasto alla criminalità, sottoponendole poi al Prefetto. In Prefettura, invece, verrà creata una cabina di regia permanente composta dai rappresentanti delle forze dell’ordine, dalla polizia locale e da membri dell’amministrazione che servirà a monitorare l’attuazione del patto e a coordinare le iniziative”.

Azioni concrete per iniziare a incidere rapidamente su un aspetto molto sentito dai cittadini: “La sicurezza è una priorità assoluta per me e la mia squadra, un buon amministratore ha il dovere di far sentire al sicuro i suoi concittadini. Abbiamo già pensato a come cambiare le cose fin da subito dopo il nostro insediamento. La nostra coalizione – aggiunge Cianfrocca – fornirà risposte chiare e tempestive alle esigenze degli alatrensi e questo piano già pronto ne è l’ennesima dimostrazione”. La delega al sindaco per costituire il tavolo tecnico in Prefettura, infatti, sarà fra i primissimi atti della nuova giunta.

Questo patto però non servirà solamente a coordinare al meglio le azioni rivolte alla sicurezza: “Non bastano le idee, servono anche gli strumenti per realizzarle – aggiunge il candidato sindaco -. In tal senso sarà fondamentale potenziare il sistema di video sorveglianza, sul quale Alatri da anni è carente. Per farlo sarà fondamentale accedere a fondi esterni rispetto alla casse comunali, possibilità prevista per quei Comuni che collaborano in questo modo con le Prefetture. Solamente per il biennio 2021/22 ci saranno a disposizione 60 milioni di euro. Siamo già pronti a intercettare questa somma importante e soprattutto a impiegarla nel migliore dei modi, mettendo a sistema tutti gli attori interessati dal tema sicurezza”, conclude Cianfrocca.

(lettori 178 in totale)

Potrebbero interessarti anche...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: