Una settimana davvero… Emaho!

Cari immaginasti,
ecco una notizia che ci fa davvero piacer e
che vogliamo condividere con voi:

È iniziata ieri, giovedì 1 luglio, la raccolta firme per il referendum per chiedere l’abolizione della caccia sul territorio italiano.
“La caccia è un’attività violenta, cruenta, sanguinaria – si legge nel lancio dell’evento – provoca ingenti danni ambientali per i milioni di pallini di piombo e cartucce che vengono abbandonate sul terreno dai cacciatori ed inquinano campagne e falde acquifere; è responsabile di uno sperpero di decine di milioni di euro di denaro pubblico per il ripopolamento degli animali selvatici; alla fine della stagione di caccia, nel mese di febbraio si verifica un ingente abbandono di cani utilizzati dai cacciatori, come registrato dalle Regioni; le stesse federazioni sportive di tiro (al volo, carabina, pistola, arco, balestra) rifiutano la presenza e la partecipazione di cacciatori o anche di persone che abbiano ucciso un solo animale”.
“Vorrei ricordare – ha aggiunto Paolo Bernini, Presidente DPA Onlus Associazione Difesa Protezione Animali – che tantissime vittime sono animali,
ma ci sono anche vittime umane.
Molte figlie e figli dei padri che vanno a caccia non vorrebbero che ci andassero.
Noi stiamo offrendo uno strumento a tutti”.
Per aderire alla raccolta firme ci si potrà recare presso gli uffici elettorali
dei comuni per firmare i moduli.
Tutto questo è sacrosanto, ma c’è anche un fatto assolutamente spirituale ed è che uno dei compiti più elevati di un essere umano, nella nostra epoca,
è sottrarre gli animali alla crudeltà!
Perciò armiamoci di buona volontà e diamoci da fare affinché la raccolta firme
abbia un esito positivo.

Finalmente si torna a stare insieme.
Venerdì 9 luglio avrà inizio il grande ritiro nei
boschi, il seminario di Shinrin Yoku sui monti di Assisi.

Intanto la casa editrice PickWick- Mondadori è già alla terza ristampa del libro
Wabi Sabi, la bellezza della vita imperfetta”, che ha scalato le classifiche
ed è ripetutamente andato esaurito già nei primi giorni di vendita!
Questo, ovviamente, è merito degli immaginalisti che ormai sono ovunque,
come lucciole nella notte!

È sempre merito vostro se le dirette su ClubHouse stanno riscontrando un grande
successo, malgrado Club House sia un social ancora poco diffuso e non di
immediata fruizione.

È sempre merito vostro se la trasmissione “Sei un mito” ha “spaccato lo schermo”.

La grande novità della settimana appena trascorsa, infatti, è stata la messa in onda
della prima puntata di Sei un mito.

Ecco il link della trasmissione:
https://www.telecolor.net/2021/07/sei-un-mito-perfette-storie-imperfette/
La trasmissione andrà in onda su Telecolor lcn 18 in Lombardia e sul canale 82 in Piemonte, Liguria, Lombardia,Veneto, Trentino, Friuli, Emilia, Toscana, Umbria, Marche Abruzzo, Molise Campania, Calabria, Puglia e Sicilia.

 

Suonando il tamburo ed evocando gli spiriti,
Selene ha messo in luce il mito di Cassandra nella vita di Lucia Bolgiani,
campionessa italiana di Judo e oggi vicedirettore di Cosmopolitan.

La mattina dopo, Telecolor ha prontamente reso disponibile
la registrazione sul suo canale Youtube
e noi abbiamo fatto altrettanto sul nostro profilo Youtube.
Ma per quanto sia stato fatto tutto con estrema velocità,
voi siete stati decisamente più veloci di noi con le vostre richieste di poter vedere o rivedere la prima puntata.

Alcuni di voi ci hanno scritto che la trasmissione è cosi bella
che hanno cambiato idea e non butteranno più via la televisione.
Altri ci hanno detto che hanno una grande curiosità
di scoprire il proprio mito…

Grazie!
Quindi non perdiamo tempo e diamoci già adesso appuntamento
per la seconda puntata che andrà in onda
giovedì prossimo alle 20,10,
e sarà disponibile, a partire da venerdì mattina, su YouTube,
sul nostro profilo e su quello di Telecolor.

Solo allora sapremo quale mito mette in scena vivendo Giulia Borioli,
donna eclettica e coraggiosa che dopo aver studiato all’Accademia di Brera e aver lavorato per più di due decenni nella moda come giornalista di costume, consulente, regista e autrice tv per Rai e Mediaset ha poi cambiato pelle quando ha scoperto lo yoga e ha deciso di impegnarsi attivamente alla diffusione dello stesso come presidente di YogaFestival.
E proseguiamo cosi, di giovedì in giovedì, fino al 19 agosto,
per un totale di otto appuntamenti con il mito di otto personaggi famosi,
dalle vite straordinarie e uniche.

 

Un’altra meravigliosa notizia è che la stampa ci ama
e dei tanti articoli pubblicati,
oggi vogliamo condividere con voi
l’articolo pubblicato su Marie Claire
con l’intervista di Vanessa Perilli a Selene su
Wabi Sabi – la bellezza della vita imperfetta.

Di seguito uno stralcio dell’articolo:

Cosa consigli per rieducarsi a essere lenti come quando si era bambini?
“Wabi sabi è la preferenza di un ritmo lento e un respiro profondo. Essere lenti vuol dire prendersi il tempo per sentire la vita. Le pratiche wabi sabi ci consentono di rieducarci alla lentezza e alla multisensorialità. Prenderci del tempo per annusare i sassi, che hanno ciascuno un odore diverso, per esempio, indugiare nell’accarezzare il tronco degli alberi o nel respirare più profondamente e lentamente del solito.
Quando respiriamo lentamente la membrana polmonare resta più a lungo a contatto con il sangue e viene scambiato più ossigeno. Respirare più profondamente significa sentire di più, essere più lucidi e presenti. Nel libro consiglio una pratica di un minuto di immersione cosciente per rieducarsi alla lentezza. Ho chiamato questo genere di pratiche OMI, One Minute Immersion. Si tratta di esercizi di contemplazione e meditazione che si fondano sul principio del poco ma ripetuto che è eccezionale per de-programmare la mente. L’OMI Wabi Sabi sulla lentezza si pratica prendendosi un minuto ogni tanto per rallentare, dandosi ogni tanto il tempo di ascoltare, di assaporare, di annusare, di toccare, di osservare attentamente, ricordandosi di respirare lentamente e profondamente. All’inizio ti sembrerà che in queste pause di un minuto il tempo scorra più lentamente e che rallenti lo svolgersi delle tue attività quotidiane, ma presto scoprirai che questa sensazione non è vera.
Quando riscopri la lentezza e ti dai tempo, tutto il tempo che serve per utilizzare i tuoi sensi, per respirare e percepire, in realtà concentri le energie, sciogli le dispersioni e, dunque, alla fine scopri che la lentezza è una potente alleata del tuo cammino perché sostiene il raggiungimento dei tuoi obiettivi, anziché essere un elemento boicottante. In breve, sarai capace di ringraziare la lentezza nella quale troverai motivazioni ed energie, e potrai vedere tutto da un’altra prospettiva, più vasta. Lentezza fa rima con ampiezza e raffinatezza”.

continua a leggere qui

 

E ora, preparandoci alla diretta su ClubHouse di lunedì mattina alle 11,30,
concentriamoci sullo Yoga del calore, l’argomento di cui abbiamo parlato venerdì
su ClubHouse con Selene.
Il fuoco psichico va sempre alimentato,
riducendo al minimo il consumo di cibi
esageratamente yin, come i cibi zuccherati.
Anche le droghe, i farmaci e l’alcool possono spegnere il fuoco del Tummo, il fuoco psichico.
Mentre lo alimentiamo mangiando cibo vivo, vivendo a contatto con la natura, con gli animali,
con gli alberi e stando il più possibile alla luce della luna.
Esponiamoci al chiarore della luna piena,
perché la luna aiuta a tenere vivo il calore psichico
e lasciamoci ispirare da lei.

Il sole invece può ravvivare il fuoco psichico, ma può anche spegnerlo,
perché se c’é troppo calore fuori, il fuoco interno tende a spegnersi.
Bisogna sempre tenere il corpo al caldo, perché il freddo tende a spegnerlo,
ma non bisogna stare in ambienti troppo caldi. È una questione di equilibrio.
Quando invece il fuoco psichico è molto intenso
può addirittura contrastare il freddo esterno, come gli yogin
che riescono a sciogliere il ghiaccio con il calore del proprio corpo.
Ma per riuscirci bisogna essere molto esperti.
Noi limitiamoci a coltivare il fuoco psichico
con la pratica dello Yoga del calore,
come è ben spiegato nel libro Yoga sciamanico – Volontà senza paura.

E se hai voglia di praticare lo Yoga del calore e vuoi praticarlo insieme a noi,
iscriviti alle masterclass di Yoga sciamanico,
assicurandoti così anche un posto per la scuola del 2022,
che inizierà a gennaio, e usufruendo di uno sconto per la retta.
Come fare?
Basta scrivere una mail a scw@selenecalloniwilliams.com

N.B. Se vuoi condividere con noi le foto dei ritiri e dei corsi in presenza,
che si sono appena conclusi e che si svolgeranno nei prossimi giorni,
inviale alla mail scw@selenecalloniwilliams.com
in modo che sia possibile condividerle con tutti noi, qui.

 

I NOSTRI VIDEO CORSI IN EVIDENZA PER TE
Le tue Dragon girls

 

Copyright © 2021 SCW International, All rights reserved.

×

(lettori 4 in totale)

Potrebbero interessarti anche...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: