L’iniziativa di People Training & Consulting in occasione del ventennale del decreto legislativo 231/2001.

L’iniziativa di People Training & Consulting in occasione del ventennale del decreto
legislativo 231/2001. A partire dall’8 giugno un appuntamento a settimana con la serie
podcast, disponibile su Spotify e sulle maggiori piattaforme digitali.
L’8 giugno 2021 è la data che segna il ventennale di uno dei provvedimenti legislativi che ha rivoluzionato
il diritto penale in Italia: il D. Lgs. 231/2001, noto dai più come “la 231”. Introducendo nell’ordinamento
un modello di responsabilità da reato per le società e gli enti collettivi, questa normativa ha consentito il
superamento dell’antico broccardo “societas delinquere non potest”, che trovata fondamento nell’art. 27
della Costituzione italiana secondo cui la responsabilità penale è personale.
A vent’anni di distanza, è pressoché unanime la condivisione che quella del 2001 fu una svolta epocale
che sancì la presa d’atto di vere e proprie forme di criminalità di impresa connesse ad una generale “colpa
dell’organizzazione”. Molto si è scritto sulla natura – amministrativa, penale, tertium genus – di questa
responsabilità di impresa e altrettanto si è fatto per supportare le imprese nel predisporre quei modelli di
organizzazione, gestione e controllo previsti dalla norma e in grado di rappresentare un esimente per la
comminazione di pesanti sanzioni per le imprese. Ma c’è ancora tanto da fare soprattutto per garantire
una omogeneità di applicazione su tutto il nostro territorio.
Per celebrare questo anniversario, People Training & Consulting, da anni impegnata nel supporto
consulenziale alle imprese nel predisporre modelli organizzativi 231, ha promosso la realizzazione di una
serie in podcast composta da episodi che, a cadenza settimanale, sanno fruibili su Spotify e sulle maggiori
piattaforme di podcasting per tutto il mese di giugno. In formato talk, attraverso le domande del direttore
di People Training & Consulting, dott.ssa Michela Colatosti, tre autorevoli avvocati che collaborano da
tempo con la società, affronteranno, ciascuno in una puntata dedicata, l’ampio spettro delle aree di rischio
della 231.
La prima puntata avrà come ospite l’avvocato Marco Donfrancesco, già organismo di vigilanza 231 in
diverse imprese e socio della cooperativa Abaco, e sarà dedicata a ricostruire i contorni di questa
normativa e i suoi adempimenti anticipando uno dei temi caldi del prossimo autunno: quello del
whistleblowing, ovvero il sistema interno di segnalazione di violazioni.
Il secondo appuntamento ospiterà l’avvocato Francesco Scalia che, anche grazie alla sua competenza in
materia ambientale, ripercorrerà la storia della progressiva estensione della responsabilità delle società ai
reati ambientali, analizzando il connubio sempre più frequente tra criminalità ambientale e d’impresa.
Sarà anche l’occasione per entrare nel delicato tema dei reati sulla salute e sicurezza nei luoghi di lavoro,
ampliando il focus all’emergenza Covid-19 attraverso le esperienze di alcune grandi imprese.
La terza ed ultima puntata sarà animata dalla presenza dell’avvocato Marco Torriero. Saranno molti i
contenuti affrontati: dai rapporti con la pubblica amministrazione e le possibili aree di rischio, ai presidi
231 in materia tributaria e societaria per le imprese.
L’appuntamento è per martedì 8 giugno, giorno della presentazione ufficiale dello spot del progetto.
Stay tuned!
Distinti saluti.
Il Direttore
Dott.ssa Michela Colatosti

(lettori 181 in totale)

Potrebbero interessarti anche...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: