Erga-Lunedì 24 maggio Lilia e Fabio Capocaccia e la loro epopea di famiglia, piena di personalità meravigliose, h 18 Feltrinelli di Genova.

 ERGA EDIZIONI

Lunedì 24 maggio 2021 alle 18.00
alla Libreria laFeltrinelli a Genova
presentazione di

Due amiche, una villa…
fratello e sorella raccontano

di Lilia Fabio Capocaccia
Introduce la giornalista Carla Scarsi

La prenotazione è obbligatoria alle mail marco.merli@erga.it o eventi.genova@lafeltrinelli.it
oppure con sms o Wapp al cellulare 345-6257842

Gli Autori sono a disposizione per il firmacopie dalle ore 17.30
Libreria laFeltrinelli – Via Ceccardi 16 – Genova

IL LIBRO
Genova, Firenze, Londra, Napoli. Odero, Casella, Giglioli, Quadri e Capocaccia.
Jenny e Costanza, Gino e Vera, Agostino e Alessandra.
Medici, naturalisti, artisti, professori.
È una storia dove il fascino discreto della borghesia è letterale, non ironico e molto genovese. Una bellissima epopea, senza eroi, ma piena di personalità meravigliose e luoghi, da cui partono storie di donne e di uomini che si intrecciano in un albero genealogico che conduce a Lilia e Fabio, sorella e fratello, che questa epopea decidono finalmente di raccontarla in questo libro, che è molto di più che la memoria di una famiglia che ha attraversato la storia d’Italia e di Genova.
L’epicentro della saga è Villa Odero, incastonata nel levante genovese, autentica epifania di quello spazio che Walter Benjamin definiva intèrieur: un universo privato in cui il cittadino rappresenta l’universo, raccogliendo il lontano e il passato. A Villa Odero si succedono le generazioni di una borghesia che la storia ufficiale tende a dimenticare. Eppure le due amiche Jenny e Costanza, da cui tutto inizia, sono donne del Risorgimento, e i loro padri, i loro figli e i loro nipoti e bisnipoti sono figure che segnano l’epoca in cui la nobiltà del sangue cede il passo alla nobiltà della conoscenza, della cultura e del saper fare.
A questa epopea appartengono tanto il Sindaco Paolo Sebastiano Odero, che alla Villa dà il nome, come l’ingegner Agostino, fondatore di Architettura a Genova, e come Alessandra Quadri, studiosa di Diritto e poetessa.
Lilia e Fabio raccontano tutto questo con le loro parole, le immagini e i ricordi, con un affetto coinvolgente che sgorga dall’affetto che provano l’uno per l’altra, facendo diventare la loro intimità un inestimabile patrimonio della loro città, Genova, e della società civile tutta di cui sono ancora protagonisti.


GLI AUTORI

LILIA CAPOCACCIA ORSINI Nasce a Genova il 6 ottobre 1931 da Alessandra Quadri e Agostino Capocaccia, risiede a Genova. Coniugata con Bruno Orsini il 11 febbraio 1956, ha 4 figlie, 11 nipoti e 4 pronipoti. Laureata nel 1953 in Scienze Naturali con lode e dignità di stampa. Nell’ ottobre 1954 entra a fare parte del personale scientifico del Museo di Storia Naturale di Genova, e nel 1976 ne diviene Direttore, ruolo che ricopre fino al pensionamento nel 1996. Eletta per due mandati Vicepresidente Nazionale dell’Associazione dei Musei Scientifici e Acquari d’Italia (ANMS). Dal 1986 al 1996, è nominata Coordinatore del Dipartimento Cultura e Turismo del Comune di Genova, e nel 1996-97 è nominata Consulente per la Cultura dal Sindaco di Genova. Per il biennio 1998-2000 è eletta Presidente dell’Ente Parco di Portofino. Dal 1997 è Presidente dell’Associazione Amici dell’Acquario di Genova , e dal giugno 2020 ne è Presidente Onorario.

FABIO CAPOCACCIA Nasce a Genova il 4 giugno 1935, fratello di Lilia. Risiede a Genova, coniugato con Luisella Spanu, ora vedovo, ha 3 figli e 4 nipoti. Laureato in Ingegneria Elettronica nel 1958, con lode e stampa, lavora in Olivetti, partecipando al progetto del primo calcolatore italiano. Poi in SGS, Ansaldo, Elsag; nel 1984 viene nominato ai vertici del Porto di Genova dove rimane fino al 2004. Presidente di Assoporti (1994-1996) e di MedCruise (1996-2002). Dal 2004 al 2008 viene chiamato a Roma dove fonda e dirige RAM, società del Ministero per le Autostrade del Mare. È attualmente Presidente dell’Istituto Internazionale delle Comunicazioni, e Presidente del CISEI – Centro Internazionale Studi Emigrazione Italiana, da lui fondato nel 2006. Professore di seconda fascia presso la facoltà di Ingegneria dell’Università di Genova dal 1968 al 2005, anno della pensione. È Accademico Effettivo dell’Accademia Ligure di Scienze e Lettere.

(lettori 189 in totale)

Potrebbero interessarti anche...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: