SCUOLA. SABATO E DOMENICA MOBILITAZIONI PER PROTESTARE CONTRO CHIUSURE.

AD ORGANIZZARLE IL COMITATO ‘PRIORITÀ ALLA SCUOLA’ (DIRE) Roma, 7 nov. – Sabato 7 e domenica 8 novembre il comitato ‘Priorita’ alla scuola scendera’ in piazza a Firenze, Bologna, Milano, Faenza, Perugia e altre citta’ per protestare contro la chiusura delle scuole superiori di tutta Italia e delle scuole secondarie di primo grado per le classi seconde e terze nelle regioni rosse. Il comitato ha organizzato assemblee pubbliche, flash mob, lezioni all’aperto, manifestazioni e veglie notturne alle quali parteciperanno anche genitori, studenti e insegnanti. Tra le richieste del Comitato c’e’ anche quella diretta al presidente della Campania Vincenzo De Luca affinche’ riapra gli asili nido, le scuole dell’infanzia, le scuole primarie e le scuole secondarie di primo grado. “Il diritto all’istruzione deve essere garantito su tutto il territorio nazionale- scrive ‘Priorita’ alla scuola’ in una nota inviata alla stampa- Chiudere la scuola secondaria di primo grado equivale a imporre ai genitori lavoratori l’abbandono dei minori: in molti casi i ragazzi e le ragazze di 12-13 anni nelle regioni classificate rosse vengono lasciati da soli a casa davanti a computer, tablet e telefonini per seguire la Didattica a Distanza”. Il Comitato, quindi, scendera’ in piazza “perche’ la chiusura delle scuole e’ il risultato del mancato potenziamento dei servizi sanitari e dei trasporti pubblici- aggiunge- chiediamo che governo e amministrazioni locali lavorino perche’ tutte le scuole rimangano aperte o siano riaperte in presenza, sicurezza, continuita’; che sia ripristinato per ragazzi e ragazze quel diritto all’istruzione che la Didattica a distanza non garantisce; che le amministrazioni locali procedano da subito, pubblicamente e di concerto con le aziende di trasporto e con gli istituti scolastici a pianificare le condizioni che permettano alle studentesse e agli studenti delle scuole secondarie di primo e secondo grado di raggiungere le scuole in sicurezza, senza doversi affollare sui mezzi di trasporto; che sia sia istituito un sistema di tamponi e tracciamento rapido dedicato alle scuole”. Gli appuntamenti saranno: sabato 7 novembre Firenze (15.30, piazza Santa Croce), Bologna (ore 16, piazza Maggiore), Perugia (ore 11, piazza Italia), e domenica 8 novembre a Faenza, ore 17, piazza del Popolo.

Agenzia DiRE  www.dire.it

(lettori 170 in totale)

Potrebbero interessarti anche...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: