CINEMA. ROMA, ‘VISIONI CORTE’ FILM FESTIVAL A INSEGNA MONDO FEMMINILE.

EVENTO ONLINE DAL 10 AL 19 DICEMBRE (DIRE) Roma, 5 dic. Centosette cortometraggi selezionati tra oltre 2000 giunti da tutto il mondo, 55 opere in concorso, 52 opere fuori concorso; 40 nazioni rappresentate; 4 sezioni competitive, 3 sezioni non competitive, altissima presenza femminile dietro la macchina da presa con 49 registe donne. Sono questi i numeri della IX edizione di Visioni Corte International Short Film Festival, che si svolgera’ dal 10 al 19 dicembre, interamente online a causa della pandemia da Covid-19.
L’evento, che e’ realizzato con il contributo della Direzione Generale Cinema e Audiovisivo del Mibact e della Regione Lazio, e che gode dell’Alto patrocinio del Parlamento Europeo per l’alta valenza culturale, riconferma la partnership molto prestigiosa con il CSC Centro Sperimentale di Cinematografia di Roma e Cineteca Nazionale. Una mostra dedicata al maestro Federico Fellini per i cent’anni dalla nascita, infatti, che rientra tra le celebrazioni targate ‘Fellini 100′ del Mibact e che sara’ allestita non appena riapriranno i musei, avra’ una sua anteprima virtuale, proprio durante il Festival.
Il concorso si articolera’ in quattro sezioni: fiction italiana e straniera, animazione e documentario. A queste vanno ad aggiungersi tre nuove sezioni non competitive ovvero, ‘Kiddos’, cortometraggi delicati e intensi in cui i protagonisti sono bambini e adolescenti da tutto il mondo con storie diverse e a volte difficili; ‘Meridiani’, la categoria speciale pensata come focus che ogni anno sara’ dedicato a una nazione diversa e che in questa edizione riguardera’ gli Stati Uniti; infine ‘Germogli di Cinema’, composta da cortometraggi considerati innovativi, meritevoli di interesse ed estremamente particolari sia per il linguaggio, che per l’argomento o la sua realizzazione.
“Siamo orgogliosi- commenta il direttore artistico Gisella Calabrese- di avere ben 47 donne registe finaliste, un record assoluto in 9 anni di festival e il segno tangibile di come finalmente il mondo del cinema si stia aprendo sempre di piu’ alla figura professionale femminile, anche dietro la macchina da presa. Purtroppo la sezione CortoVirtual, dedicata ai nuovi cortometraggi pensati e realizzati per la realta’ aumentata a 360 gradi e visibili solo attraverso gli Oculus, visori speciali che si indossano come degli occhiali, quest’anno non potra’ essere fruita a causa della situazione pandemica, ma continueremo a riproporla negli anni a venire. Siamo stati il primo festival in tutto il basso Lazio, e uno dei pochissimi in tutta Italia, ad aver dato spazio al corto virtuale e continueremo a credere in questa nuova forma di cinema. La kermesse si articolera’ in quella che e’ stata chiamata ‘Sala Web’, ovvero lo spazio virtuale creato in perfetta integrazione con il sito ufficiale e le pagine social. Come sempre, altissima qualita’ ed emozioni intense accompagneranno queste giornate di grande cinema internazionale”.
Si comincia giovedi’ 10 dicembre con la visione del primo gruppo dei cortometraggi finalisti. Ogni giorno sara’ possibile visionare gratuitamente sulla piattaforma digitale all’indirizzo www.visionicorte.online un gruppo dei corti selezionati, in competizione e fuori concorso, per 24 ore prima dello sblocco del gruppo successivo e cosi’ via. La registrazione e’ gratuita e consentira’ di guardare i cortometraggi solo ed esclusivamente nelle giornate del festival. Tutti i film caricati in piattaforma saranno protetti, non piratabili e geobloccati in altre nazioni, in base alle richieste dei registi e/o produttori o distributori.
Durante i 10 giorni di festival sono previsti dei webinar con i registi finalisti, con la giuria tecnica e con le case di distribuzione piu’ importanti nel meraviglioso mondo del cortometraggio al fine di ricreare almeno in parte la magia dell’atmosfera festivaliera. Sabato 19 dicembre si terra’, invece, la diretta online per scoprire i vincitori delle categorie in gara, i premi speciali e le menzioni d’onore.
“Sara’ un’edizione assolutamente diversa da tutte le altre: manchera’ la vicinanza fisica, ma noi non ci arrendiamo e assicuriamo che le emozioni e l’energia saranno le stesse di sempre”, assicura Gisella Calabrese.

Agenzia DiRE  www.dire.it

(lettori 190 in totale)

Potrebbero interessarti anche...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: