Perché investire su aziende a bassa/media capitalizzazione è più redditizio che investire in quelle ad alta capitalizzazione?

Se è vero che la storia si ripete, nell’approccio ai mercati le tecniche operative sono, nei secoli, in continua evoluzione.

Ed è fondamentale stare al passo con i tempi.

Il mondo è cambiato.
Il mondo dei mercati finanziari si è evoluto.

Gli scambi di natura economica tra gli uomini si possono datare ai tempi degli antichi Egizi, allora c’era il baratto.

La nascita delle prime Borse cambi nel 1400, quando nacque la prima Borsa inglese a Londra, in Lombard Street, da qui oltretutto prende la sua denominazione LombardReport.com.

Come potete notare l’economia e le sue interazioni si può dire che nascano con la nascita dell’uomo, e quindi com’è possibile che non abbiano subito profondi e radicali cambiamenti nel corso dei secoli?

Le tecniche che si applicavano per scrutare i mercati nel 1900 sono di molto cambiate rispetto a quelle odierne.

Allora nasceva e si consolidava con fermezza , parliamo della fine del IX secolo, l’analisi tecnica classica; essa veniva utilizzata come metodologia empirica in una epoca dove non esistevano i computer e i dati non erano facilmente disponibili.

Con l’avvento dei computer e la possibilità di testare i pattern dell’analisi tecnica, le cose cambiano, e di molto; si entra nell’era dell’analisi tecnica moderna.

È arte? O è scienza?

l’analisi tecnica moderna è un metodo scientifico, applicabile, misurabile con metodo ipotetico – deduttivo.

Osserviamo la realtà e verifichiamo concretamente la relazione tra due ipotesi fino ad arrivare ad una conclusione.

L’analisi tecnica moderna fa proprio il metodo scientifico di altre discipline.

Ha numerosi vantaggi:

  • Può essere riproducibile, si possono riprodurre le azioni dei super trader, quindi è anche trasmissibile.
  • Ha regole precise, chiare, testate nel passato e valutate che esprimono PROBABILITA’; attenzione probabilità non CERTEZZE.
  • E’ un metodo scientifico, quindi misurabile ed applicabile.
  • Si basa su test statistici dati dalla tecnologia di computer e software di trading che analizzano pattern ricorrenti sui mercati per valutarne la capacità previsiva.

Capite quanto è più affidabile!

Che sia chiaro però, non è questione di onestà intellettuale; intellettualmente entrambe sono in buonissima fede, l’unica fondamentale differenza è che una ha dei presupposti scientifici, mentre l’altra NO.

Se le cose stanno così potete comprendere l’importanza di investire su un corso di analisi tecnica moderna, si tratta di un investimento per il tuo futuro da investitore e trader.

CLICCA QUI PER ACCEDERE ALLA PROMO BLACK FRIDAY>>

Oltre all’analisi tecnica moderna esiste anche un’altra metodologia di approccio ai mercati: L’analisi fondamentale.

L’analisi fondamentale da sola può essere utile per la selezione delle azioni, abbiamo un panorama di moltissime azioni che possiamo comprare, le compriamo tutte? No le selezioniamo.

Come?

Con l’analisi fondamentale.

Ci aiuta a selezionare quelle aziende che hanno una certa storia di redditività calcolata in almeno 3 anni, che possiedono cash flow; così avremo sott’occhio realtà aziendali che rendono il trader e l’investitore più sicuri ad investire su quelle determinate azioni.

Ci consente di fare uno screening tra migliaia di aziende, permettendoci di selezionare le più performanti sul mercato.

Lo sapevate che le aziende a bassa – media capitalizzazione sono le migliori su cui investire?

Eh sì, investire su Doria, Azimut, Banca Generali è più redditizio che investire su titoli a larga capitalizzazione come Unicredit, per citarne una.

Se mi seguirai, scopriremo il perché.

Esistono sostanzialmente 2 metodologie per applicare l’analisi fondamentale ai mercati:

  1. Valutazione intrinseca di un’azienda. Che valore ha effettivamente quell’azienda? Quello che andremo ad analizzare per capirlo sono:
  • Il cashflow, il flusso di cassa in entrata e in uscita
  • Stimiamo il flusso dei redditi futuri dell’azienda; i dividendi e gli utili che produrrà

Il fine?

Attraverso questa analisi potremo stimare il valore delle azioni di quell’azienda sul mercato, proprio in base al flusso di redditi futuro SCONTATO al presente.

Per arrivare a questa conclusione però ci sono diversi ostacoli a cui dovrò andare incontro:

  • Innanzitutto, stimare i redditi futuri NON E’ SEMPLICE né scontato.
  • Devo essere in grado di stimare il tasso a cui vado a scontare i redditi futuri.
  • Devo darmi un orizzonte temporale.
  • Devo stimare il valore finale.

Non sono valutazione facili da fare; primo inconveniente è che non tutte le aziende producono flussi di redditi; secondo inconveniente è che se un’azienda produce delle perdite? Allora abbiamo bisogno di redditi positivi per calcolare il valore intrinseco.

Abbiamo un’azienda che esce da una situazione di perdita e inizia a produrre reddito positivo, rompendo la congestione negativa. Cosa facciamo? Come la valutiamo?.

Viceversa, potremmo avere un’azienda che passa dal produrre reddito positivo a produrre reddito negativo.

Qual è la situazione più semplice per valutare un’azienda?

Quella dove l’azienda è sempre in positivo per una linea temporale lunga, queste sono le aziende che prediligiamo e sono ghiotte per il trader e l’investitore, poiché presentano i migliori fondamentali.

  1. Valutazione dei multipli.

Cos’è un multiplo? Il valore degli immobili viene espresso a prezzo per metro quadro al fine di compararlo.

In borsa invece esiste il price/ earnings, cioè qual è il valore dell’utile di una determinata azienda sul mercato.

Posso paragonare aziende simili, i peer.

Esistono aziende simili? No, però esistono aziende che appartengono allo stesso settore e posso avere un feeling che mi indica se una determinata azienda è sopra quotata o sotto quotata in borsa rispetto alle sue aziende gemelle di settore.

CLICCA QUI PER ACCEDERE ALLA PROMO BLACK FRIDAY>>

IN CONCLUSIONE…

Due mondi: Bilanci e grafici / Analisi fondamentale e Analisi Tecnica.

Sono contrapposti?

NO, si integrano!

Fanno prendere all’investitore decisioni ragionevoli e ragionate che lo portano a sperimentare un MODELLO che si basa su presupposti scientifici e abbassa di molto l’ansia e il fattore rischio quando operiamo sui mercati.

Come conciliare l’analisi fondamentale con l’analisi tecnica?

Seleziona quelle azioni che hanno ottimi fondamentali:

  • Redditività costante, al di sopra della media del mercato.
  • Basso indebitamento.
  • Rapporto conveniente rispetto alle altre azioni con simile profilo di rischio e stesso settore.

Successivamente su queste azioni selezionate occorre innestare un sistema di analisi tecnica che ci dia il timing delle entrate e delle uscite e che ci dia una regola che ci dica quando:

  • Comprare.
  • Vendere.
  • Che rischio assumere.
  • Se la borsa e l’azione sta andando nella direzione sbagliata.

QUESTO E’ UN SANO APPROCCIO PER OPERARE, E’ UN MODELLO CHE VI SEGNALA QUANDO IL SEMAFORO E’ VERDE ARANCIONE O ROSSO.

Le pepite d’oro su cui investire si trovano nelle società quotate a bassa capitalizzazione e tra i titoli del FTSE star, dove la copertura degli analisti istituzionali è pressoché assente e questo si ricollega a quello che dicevamo prima, del perché è più redditizio investire sulle aziende a bassa – media capitalizzazione.

Come farebbe infatti un grande fondo istituzionale a comprare decine di milioni di controvalore in azioni che hanno un flottante ridotto? E’ proprio qui che il piccolo investitore ha un vantaggio rispetto agli investitori istituzionali.

Complicato?

E’ bene tenere a mente che in nessun altro business, come nel mondo dei mercati finanziari, la CONOSCENZA è assolutamente un fattore DISCRIMINANTE.

Chi non impara, non impara in fretta e non smette mai di imparare NON SOPRAVVIVE.

In occasione del Black Friday, LombardReport.com, con l’intento di renderti consapevole e profittevole mentre operi sui mercati, alla luce di quello che hai appena letto, vuole premiarti con una promozione senza uguali, sperando di poter essere parte attiva alla tua EVOLUZIONE nel mondo dei mercati finanziari.

In occasione dell’inizio del Corso RiuscireInBorsa.it, corso di formazione numero 1 in Italia per traders ed investitori, tenuto dal Prof. Emilio Tomasini  e dai migliori esperti di analisi tecnica e fondamentale tra cui Claudio Guerrini, Giuseppe Minnicelli, Remo Mariani, e tanti altri ancora; ti diamo la possibilità di accedere ai 2 nostri ABBONAMENTI PREMIUM, attraverso le seguenti modalità:

  • Se sottoscrivi l’ABBONAMENTO SEMESTRALE entro VENERDI’ 27 NOVEMBRE H.24.00 riceverai in omaggio il corso di Analisi Tecnica, tenuto dal Prof. Emilio Tomasini.

  • Se sottoscrivi l’ABBONAMENTO ANNUALE entro VENERDI’ 27 NOVEMBRE H.24.00 riceverai in omaggio il corso di Analisi Tecnica e Analisi Fondamentale, tenuto dal Prof. Emilio Tomasini.

CLICCA QUI PER ACCEDERE ALLA PROMO BLACK FRIDAY>>

(lettori 186 in totale)

Potrebbero interessarti anche...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: