Covid, l’Rt è sceso a 1. E le terapie intensive sono sempre meno piene.

I numeri dell’emergenza Covid continuano a diminuire. Secondo il rapporto Iss, nel periodo 16-29 marzo, l’Rt medio calcolato sui casi sintomatici è stato pari a 1 (range 0,94-1,09), in diminuzione rispetto alla settimana precedente. L’indice di trasmissibilità basato sui casi con ricovero ospedaliero diminuisce leggermente e si colloca al di sotto della soglia epidemica: Rt=0,92 (0,9-0,94) al 05/04/2022 vs Rt=1,03 (1,00-1,05) al 29/03/2022. Sono alcuni dei dati principali che emergono dal monitoraggio della Cabina di regia Iss-ministero della Salute sul Covid-19. Il documento evidenzia anche un calo dell’incidenza settimanale a livello nazionale: 717 ogni 100.000 abitanti (08/04/2022-14/04/2022) vs 776 ogni 100.000 abitanti (01/04/2022-07/04/2022).

LA SITUAZIONE DELLE TERAPIE INTENSIVE

Il tasso di occupazione in terapia intensiva scende al 4,2% (rilevazione giornaliera ministero della Salute al 14 aprile) vs 4,7% (rilevazione giornaliera ministero della Salute al 7 aprile). Il tasso di occupazione in aree mediche a livello nazionale sale al 15,6% (rilevazione giornaliera ministero della Salute al 14 aprile) vs il 15,5% (rilevazione giornaliera ministero della Salute al 7 aprile).

IL 41% DEI CASI RILEVATI PER SINTOMI, DATO IN CRESCITA

La percentuale dei casi rilevati attraverso l’attività di tracciamento dei contatti è in lieve diminuzione (12% vs 13% la scorsa settimana). È in aumento la percentuale dei casi rilevati attraverso la comparsa dei sintomi (41% vs 38%), mentre diminuisce lievemente la percentuale dei casi diagnosticati attraverso attività di screening (47% vs 48%).

Agenzia DiRE  www.dire.it

(lettori 171 in totale)

Potrebbero interessarti anche...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: