WHIRLPOOL. RUOTOLO: GOVERNO RIATTIVI TAVOLO CON DIRIGENZA E SINDACATI.

DA SENATORE GRUPPO MISTO INTERROGAZIONE A PATUANELLI (DIRE) Napoli, 10 nov. – “Cosa sta facendo il governo in concreto per garantire la continuita’ produttiva e l’occupazione di tutti i lavoratori della Whirlpool di Napoli? Il governo non ritiene di dover riattivare un tavolo di trattative con la dirigenza della Whirlpool e le organizzazioni sindacali nel nuovo scenario determinatosi per verificare la possibilita’ e le condizioni affinche’ la Whirlpool resti a Napoli?”. È il contenuto dell’interrogazione urgente presentata dal senatore Sandro Ruotolo, (Gruppo Misto), sottoscritta dai parlamentari De Petris, Errani e rivolta al ministro dello Sviluppo economico. “Lo scorso primo novembre – ricorda il senatore – la multinazionale americana Whirlpool ha cessato la produzione decidendo di erogare gli stipendi fino al prossimo 31 dicembre per i 355 lavoratori di Napoli, venendo meno ad impegni presi con il governo due anni fa. L’accordo del 25 ottobre 2018 firmato da parti sociali e governo, infatti, prevedeva nel sito di Napoli investimenti per il triennio 2019-2021 di circa 17 milioni di euro tra prodotto, processo, ricerca e sviluppo, confermando l’intenzione di Whirlpool di mantenere una presenza di alta qualita’ a Napoli, a fronte dell’utilizzo di ammortizzatori sociali e di sovvenzioni da parte delle istituzioni”. “La dismissione del sito industriale di Napoli ha un impatto fortissimo per il Mezzogiorno e per la stessa citta’ attraversata, come il resto del Paese – rimarca Ruotolo -, da numerose manifestazioni di protesta a causa delle inevitabili restrizioni imposte dalla seconda ondata di Covid che comportano drammatiche conseguenze economiche per migliaia di famiglie e in queste, pur legittime proteste di piazza, soffiano forze eversive e criminali”. 

(lettori 174 in totale)

Potrebbero interessarti anche...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: