Torrice: comunicato stampa gruppo NOI PER TORRICE.

UN’AMMINISTRAZIONE CONFUSA, FUMOSA E SPENDACCIONA.
E TORRICE RESTA SENZA UN SEGRETARIO COMUNALE!

L’amministrazione Santangeli, con l’acqua alla gola, non sa che pesci prendere: un mese intero per dividere, assemblare e deliberare sul personale.
Trenta giorni di cambiamenti nel nostro Comune rimasto senza segretario comunale.
L’esecutivo è in evidente confusione! Innanzitutto il 28 dicembre divide, con atto di Giunta, le aree di responsabilità del Comune di Torrice e sembrerebbe che sulla delibera non ci siano i pareri totalmente favorevoli dal punto di vista tecnico contabile (forse l’atto andava perfezionato, ma proprio perché mancano i dirigenti, non sanno come fare).
Ci si avventura a dare esecuzione alla delibera con decreto n. 2 nominando i responsabili del servizio, incuranti del fatto che si  doveva completare il funzionigramma e assegnare a ciascuna area un’indennità precisa.
Del resto l’ente sembrerebbe aver nominato un nucleo di valutazione preposto a definire queste indennità, pagate profumatamente per € 7.100 annue, ovvero € 35.000,00 di incarico quinquennale, anche qui senza alcun parere contabile e esperendo la procedura di selezione pubblica in soli 7 giorni.
Ma come, gridano di aver trovato i debiti e spendono per il nucleo di valutazione 7100 euro in più rispetto a quello che spendevamo noi?

Eh si perché il nucleo di valutazione delle precedenti amministrazioni procedeva a titolo gratuito ricevendo solo un rimborso spese viaggio ed era stato confermato anche dal Commissario Prefettizio.
Insomma perché l’amministrazione, visto il lauto compenso assegnato al nucleo, non si è fatta stabilire l’indennità di servizio? Ora quale indennità darà ai suoi dipendenti, la massima o la minima?
Noi avevamo detto che sarebbe stato un grave errore  licenziare il segretario generale rimanendo con una sede vacante, costringendo l’ente ad elemosinare scavalchi giornalieri a segretari comunali che non conoscono le reali necessità dell’ente.
Continuiamo a vedere troppi atti importanti senza il parere contabile. Procedere in questa maniera arrecherà danno non solo al Comune, ai Cittadini ed agli stessi amministratori ma anche a chi dovrebbe essere pagato attraverso quegli atti, che rischierà di non avere nulla.

(lettori 180 in totale)

Potrebbero interessarti anche...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: