WHIRLPOOL. LAVORATORI: NON CI FIDIAMO, SERVE PROGETTO A LUNGO TERMINE.

SIAMO PIÙ ARRABBIATI DI PRIMA, CONFERMATO SCIOPERO DOMANI” (DIRE) Napoli, 30 ott. – L’annuncio di Whirlpool Emea di fermare il trasferimento del ramo d’azienda e sospendere il licenziamento collettivo dei lavoratori “e’ un piccolo momento di respiro. Ma per noi non e’ certo la soluzione definitiva”. Lo spiega alla Dire Vincenzo Accurso, operaio della Whirlpool di Napoli, commentando la nota della multinazionale. “Siamo piu’ arrabbiati di prima: la citta’ e’ con noi – dice – l’Italia e’ con noi e domani confermiamo la sciopero generale nel quale chiederemo rispetto degli accordi, dei lavoratori e delle leggi”.
I dipendenti Whirlpool oggi proseguono con la distribuzione dei volantini per “chiedere ai napoletani di sostenere la nostra battaglia. Non ci arrendiamo: l’azienda deve parlare di continuita’, deve mettere nero su bianco – aggiunge Accurso – un programma pluriannuale, stabile. Ci sentiremo sicuri solo quando Whirlpool firmera’ un nuovo accordo che parli esplicitamente di una progettualita’ a lungo termine con la produzione di lavatrici Whirlpool a Napoli”.
Per i lavoratori l’azienda ha deciso di fare un passo indietro perche’ “ha bisogno di nuova produzione e ci chiede di tornare a lavorare. Oggi torniamo a respirare ma in questi mesi – conclude – hanno cambiato troppe volte le carte in tavola. Noi non ci fidiamo e non possiamo fidarci”.

Agenzia DIRE  www.dire.it

Visite: 30

Potrebbero interessarti anche...