VENEZIA. PD: TONINELLI PROPONE SOLUZIONI IRREALIZZABILI.

“COSÌ CITTÀ PERDERÀ TRAFFICO CROCIERISTICO” (DIRE) Venezia, 14 giu. – “Chi ha a cuore il futuro di Venezia ha di che essere preoccupato. Problemi complessi come quello delle grandi navi o del Mose non possono essere lasciati in mano a un ministro irresponsabile, che ogni volta non perde occasione per dimostrare non solo di non sapere nulla dei problemi concreti, ma nemmeno la volonta’ di voler studiare e confrontarsi”. Ci va giu’ duro il deputato e consigliere comunale veneziano Nicola Pellicani (Pd), nel giorno in cui Toninelli ha effettuato un sopralluogo aereo a Venezia. “Il ministro continua ad avanzare proposte irrealistiche e irrealizzabili, come il trasferimento del terminal crocieristico in laguna a Chioggia, dove non ci sono ne’ banchine, ne’ fondali adeguati e per le grandi navi”, prosegue il dem. “Senza contare i temi logistici per trasferire migliaia di persone da Chioggia a Venezia. Attraverso la Romea? La strada piu’ trafficata e incidentata d’Italia? Oppure l’ipotesi del Lido, davanti alla spiaggia di San Nicolo’. Toninelli parla di fantomatici tecnici che suggeriscono tali soluzioni. In ultima istanza il ministro alla confusione propone un referendum. Mancava il referendum, magari sulla piattaforma Rousseau…”, ironizza Pellicani.

“Toninelli tra le altre cose e’ un bugiardo, in quanto parla di un’ipotesi che esisterebbe solo in uno studio di due paginette, quando invece e’ sufficiente andare sul sito del Mit e del Porto per leggere il risultato di un lavoro congiunto fatto da vari ministeri, Porto, provveditore, Capitaneria e gli altri soggetti interessati”, conclude il dem, che incalza. “Su un tema cosi’ complesso governo e classe dirigente non possono sottrarsi alle loro responsabilita’. È tempo di decidere. Toninelli deve dire la verita’ ai veneziani e al Paese. Perche’ proponendo soluzioni irrealizzabili Venezia perdera’ il traffico crocieristico, che va invece difeso, pena non solo la perdita di migliaia di posti di lavoro, ma la messa a rischio della stessa sopravvivenza del Porto di Venezia”.

Agenzia DIRE  www.dire.it

Visite totali:19
Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche...