VACCINO. NENCINI: ERRORE È CHE REGIONI DECIDONO PER SÉ.

(DIRE) Roma, 28 mar. -“Solo il 15% degli over 80 ha ricevuto la doppia dose di vaccino (in Toscana di meno, pero’ sono stati vaccinati gli avvocati e gli addetti alle pompe funebri, quando 10.000 volontari sono li’ ad aspettare). Nondimeno un milione di vaccinati non e’ ne’ medico, ne’ anziano, ne’ poliziotto, ne’ insegnante”. Lo ha scritto il senatore del Psi, Riccardo Nencini, sul suo profilo di Facebook, che nel post li ha definiti “i vaccini della diseguaglianza”. “C’e’ un errore di fondo: ogni regione decide per se’- ha proseguito Nencini- Eppure la Corte Costituzionale era stata chiara: la gestione della pandemia richiede una gestione unitaria, nazionale, tale da preservare l’uguaglianza delle persone nel diritto alla salute. L’art. 117 della Costituzione non lascia spazio a equivoci. La profilassi e’ materia di esclusiva competenza statale”.

Agenzia DiRE  www.dire.it

(lettori 175 in totale)

Potrebbero interessarti anche...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: