VACANZE. COLDIRETTI: AL VIA PRIME PARTENZE, 7,4 MLN A GIUGNO.

SOUVENIR ALIMENTARE DEL LUOGO DELLE VACANZE PER 7 TURISTI SU 10 (DIRE) Roma, 16 giu. – Partenze al via nel primo weekend dopo la fine della scuola con 7,4 milioni di italiani che scelgono di andare in vacanza a giugno. E’ quanto emerge dall’analisi Coldiretti/Ixe’ contenuta nel Rapporto su ‘Le vacanze italiane nel piatto 2018′ per l’anno internazionale del cibo italiano nel mondo presentato al Villaggio della Coldiretti ai Giardini Reali di Torino con il piu’ grande mercato agricolo a km zero mai realizzato affollato di turisti italiani e stranieri per l’acquisto dei tradizionali souvenir. “Andare in vacanza prima dell’arrivo dell’alta stagione consente risparmi che quest’anno- sottolinea la Coldiretti- possono superare il 25% e che risultano particolarmente appetibili in tempi di crisi. I listini per l’alloggio, il vitto ma anche per le attivita’ ricreative subiscono infatti un’impennata a partire dal mese di luglio per toccare i valori massimi nella prima meta’ di agosto”. Se in piena estate e’ il mare a fare la parte del leone, “in questo periodo dell’anno particolarmente apprezzate sono anche le scelte alternative per conoscere una Italia cosiddetta ‘minore’ dai parchi alla campagna, dalla montagna fino ai piccoli borghi che fanno da traino al turismo enogastronomico, con ben il 92% delle produzioni tipiche nazionali che nasce nei comuni italiani con meno di cinquemila abitanti”.

“Indipendentemente dalla destinazione e’ diventato immancabile- continua Coldiretti- il souvenir alimentare delle vacanze con 7 turisti su 10 (71%) nel Belpaese che hanno deciso per il 2018 di visitare frantoi, malghe, cantine, aziende, agriturismi o mercati degli agricoltori per acquistare prodotti locali a chilometri zero direttamente dai produttori e ottimizzare il rapporto prezzo/qualita'”. L’acquisto di prodotti tipici come ricordo delle vacanze “e’ una tendenza in rapido sviluppo favorita- sottolinea la Coldiretti- dal moltiplicarsi delle occasioni di valorizzazione dei prodotti locali che si e’ verifica nei principali luoghi di villeggiatura, con percorsi enogastronomici, citta’ del gusto, aziende e mercati degli agricoltori di Campagna Amica, feste e sagre di ogni tipo”. Rivolgersi direttamente al produttore “e’ anche una occasione per conoscere non solo il prodotto, ma anche la storia, la cultura e le tradizione che racchiude dalla voce di chi ha contribuito a conservare un patrimonio che spesso non ha nulla da invidiare alle bellezze artistiche e naturali del territorio nazionale”, dice il presidente della Coldiretti Roberto Moncalvo, “in molti casi la vendita e’ accompagnata anche dalla possibilita’ di assaggi e degustazioni “guidate”, che consentono di fare una scelta consapevole difficilmente possibile altrove, ma anche di verificare personalmente i processi produttivi in un ambiente naturale tipico della campagna”.

Agenzia DIRE  www.dire.it

Visite totali:32
Print Friendly, PDF & Email