TURISMO. MATURI, ORGANIZZATI E DANAROSI: ECCO I CINESI.

ITALIA TERZO PAESE PIÙ VISITATO, A BOLOGNA 174.000 ARRIVI IN 2017 (DIRE) Bologna, 31 mag. – Donna, over 50 e con una grande propensione per lo shopping. E’ il profilo del turista cinese-tipo emerso dalla ricerca realizzata dal Centro studi turistici, presentata in occasione del seminario d’apertura della 23esima edizione della Borsa del turismo nelle 100 citta’ d’arte e borghi d’Italia che si tiene in questi giorni a Bologna. Stando ai dati raccolti dagli analisti, sono oltre 130 milioni i turisti cinesi che annualmente si recano all’estero per turismo o per lavoro: di questi, circa il 13% arriva in Europa, ma solo una piccola parte dell’1,4 milioni che visitano il nostro paese arrivano direttamente in Italia (tra i 500.000 e i 600.000). In Emilia-Romagna nel 2017 sono arrivati 259.951 viaggiatori cinesi (l’8,4% del totale per 331.781 presenze complessive). Nella sola Bologna gli arrivi, sempre nel 2017, sono stati 174.382 con 212.211 presenze. L’Italia e’ il terzo paese piu’ visitato dai turisti dell’impero celeste e Roma e’ la seconda citta’ piu’ scelta, dopo Parigi, con arrivi in continuo aumento. In generale si tratta di turisti con una capacita’ di spesa elevata, particolarmente attratti dalla bellezza e dallo shopping e con comportamenti di consumo particolari: fortemente digitalizzati, i turisti cinesi si lasciano guidare e influenzare dai loro social network, dai loro sistemi di pagamento mediati dallo smartphone e dalla presenza o meno del wi-fi in quanto eternamente connessi. Inoltre, gradiscono personale che sappia la loro lingua (il mandarino), i siti web nella loro lingua e servizi di mobilita’ locale.

Il miglioramento dei servizi dedicati e le maggiori facilitazioni per il rilascio dei visti, oltre all’aumento dei collegamenti aerei, hanno aiutato l’Europa a diventare, dopo l’Asia, la meta piu’ richiesta. Lo shopping resta una motivazione importante nella scelta di un viaggio. Del resto, il turista cinese guida la classifica dei top-spender per turismo. Le spese all’estero hanno raggiunto 262 miliardi di dollari (+12%). La spesa complessiva in Italia e’ stata di 462 milioni di euro, con una media di oltre 300 euro al giorno (+15% sul 2017) e di 1.500 euro a viaggio, quasi sempre per beni e servizi di lusso. La maggior parte dei turisti cinesi viaggiano in gruppo o famiglia, mentre e’ piu’ contenuta la quota di coloro che viaggiano in coppia o da soli. In generale oltre l’80% dei viaggi all’estero sono organizzatati e intermediati da tour operator. Chi si sposta da solo? Essenzialmente millennial, che parlano in inglese e si organizzano sul web. Mediamente l’80% preferisce le sistemazioni in hotel.

Visite: 44