Trevi Nel Lazio: Il Sindaco Grazioli, smorza le polemiche dei soliti leoni da tastiera.

Trevi Nel Lazio , Grazioli: “Le mascherine sono state distribuite con criterio, sabato ne arriveranno altre per la comunità, acquistate da me e da un benefattore”.

In un momento in cui stiamo facendo i conti con un malessere generale che colpisce l’intera nazione, porre delle polemiche sterili, per il semplice fatto di fare campagna elettorale, inoltre nel modo più basso ed infido che possa esistere è veramente vergognoso, offendendo tutti coloro che indistintamente lavorano e si adoperano volontariamente per fronteggiare questo nemico oscuro, il Coronavirus. E’ così che il Sindaco di Trevi Nel Lazio l’avv. Silvio Grazioli, ha ritenuto intervenire in merito a qualche polemica sollevata sui social , dai soliti “leoni da tastiera” ,in relazione alle mascherine date dalla Protezione Civile al Comune di Trevi nel Lazio, dimostrando ancora una volta di chi nel suo ruolo di Primo Cittadino è in prima linea per il benessere dei suoi cittadini. “E’ bene precisare –afferma il Sindaco Silvio Grazioli che il Comune di Trevi aveva ordinato 120 mascherine per distribuirle ai dipendenti comunali, in quanto il nostro Comune a differenza di tanti altri vicini, è rimasto aperto e funzionale, pur nel rispetto del dimensionamento del personale, dello smart working, per rispondere alle esigenze di questo momento così difficile. Nel frattempo il fine settimana scorso, ci ha chiamato la Protezione Civile dicendo che ci davano 400 mascherine, che sono state ritirate dalla vigilessa sabato sera 28 marzo. Tra l’altro queste mascherine sono di qualità scadente e senza l’elastico, come già notava il Presidente della Regione Campania De Luca. Qualche Comune vicino, compreso Filettino, ha deciso di darne 2 a nucleo familiare, avendo però Filettino meno di 150 nuclei, a Trevi questa situazione non sarebbe stata possibile perché i nuclei familiari sono molti di più e sarebbero servite molte più mascherine, pertanto sono state consegnate ai dipendenti comunali in n. di 230 e le restanti saranno consegnate all’Associazione della Misericordia in modo che possa farne l’uso più ragionevole. Comunque il Sindaco con i suoi soldi e con il contributo di un altro benefattore ha già provveduto ad ordinare un numero congruo di mascherine, che gli saranno consegnate sabato o al massimo lunedì (perché il problema è proprio la difficoltà di trovarle) e queste mascherine saranno distribuite alla popolazione. Pertanto ogni polemica –conclude il Sindaco Grazioli– appare pretestuosa e inopportuna, in quanto non è né il momento di polemizzare, né di fare campagna elettorale, ma è quello di operare ogni sforzo possibile per superare il grave momento che la nostra società si trova ad affrontare”.

Visite totali:85
Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche...