TAV. GELMINI: NON CONSENTIREMO ARROGANZA GOVERNO CI CONDANNI DECRESCITA.

(DIRE) Roma, 21 nov. – “A Torino ci sono stati tanti cittadini scesi in piazza per dire si’ al Tav. Un si’ che l’Italia ha pronunciato a partire dal 1996, e non e’ pensabile che oggi arrivi un governo che con arroganza violi i patti assunti negli anni precedenti, dopo che per quattro volte il Parlamento ha ratificato accordi internazionali favorevoli alla Tav e per 42 volte i governi italiani di diverso colore politico hanno detto in Europa si’ a questa infrastruttura”. Lo ha detto Mariastella Gelmini, capogruppo di Forza Italia alla Camera dei deputati, in un’intervista a SkyTg24. “Bloccare lo sviluppo, bloccare il Tav, bloccare i termovalorizzatori al Sud, vuol dire condannare il Paese alla decrescita- ha aggiunto-. Noi non lo permetteremo, alla faccia di chi sostiene che Forza Italia non faccia opposizione. Siamo gli unici a fare opposizione seria e senza sconti a questo governo, perche’ abbiamo a cuore gli interessi degli italiani e riteniamo che seguendo questa direzione l’Italia vada a sbattere”.

Agenzia DIRE  www.dire.it

Visite: 18

Potrebbero interessarti anche...