Strage di minori in Yemen: attacco a scuolabus, almeno 39 morti.

“Dopo un attacco stamani contro un autobus che trasportava dei bambini al mercato di Dahyan, nella provincia settentrionale di Saad, un ospedale sostenuto dalla Croce rossa internazionale a ricevuto decine di morti e feriti”: lo scrive su Twitter la Croce Rossa nello Yemen.  Una notizia confermata anche dalla responsabili Unicef nel Paese arabo, Meritxell Relano: “Sto guardando con orrore le immagini e i video che arrivano da Saada, in Yemen. Sono senza parole”. In un tweet precedente Relano ha spiegato che gli operatori del Fondo Onu per l’Infanzia “stanno verificando il numero delle vittime e dei feriti. I bambini non possono essere presi di mira”, l’appello della responsabile Unicef.

Secondo l’emittente ‘Al-Masirah’ vicina ai ribelli Houthi – che hanno il controllo della zona – il bilancio è di 39 morti e 51 feriti. Tra questi, “la maggior parte sono bambini”. Altre testate internazionali riferiscono invece di 43 morti e 61 feriti. ‘Al-Masirah’ ha inoltre riferito che l’autobus sarebbe stato colpito da un raid aereo della coalizione a guida saudita. La notizia è stata confermata poco dopo dalla coalizione: in una nota rilanciata dalla stampa internazionale, l’alleanza militare ha spiegato che si è trattato di “un attacco legittimo contro elementi che la notte scorsa hanno lanciato dei missili contro la città di Jizan (in Arabia Saudita, ndr), causando un morto e dei feriti tra i civili”.

Agenzia DIRE www.dire.it

Potrebbero interessarti anche...