Strage Bologna, Dell’Orco: “Governo farà emergere nuove carte”.

BOLOGNA – Il Governo è attivamente impegnato per portare a galla nuovi documenti riguardanti la strage alla stazione di Bologna del 2 agosto 1980. Lo assicura il sottosegretario ai Trasporti, Michele Dell’Orco, arrivando oggi in Comune per partecipare alla commemorazione del 38esimo anniversario della strage.

Dell’Orco sottolinea intanto il “grande lavoro dell’Associazione delle vittime. Bisogna continuare così perchè cercare la verità è importantissimo“. Detto ciò, “per quanto riguarda l’azione del Governo la presidenza del Consiglio ha riattivato il comitato interministeriale che sta lavorando sui documenti- afferma Dell’Orco- per dare piena esecuzione alla desecretazione dei documenti e in generale per renderli nella massima fruibilità e accessibilità, com’è giusto che sia”.

Inoltre, “personalmente mi sono attivato anche presso il mio ministero per cercare di portare a galla più documenti possibili, ho quindi fatto partire una nuova indagine interna- spiega il sottosegretario- per cercare presso tutte le direzioni possibili, tutte le direzioni Infrastrutture e trasporti, per cercare i documenti attinenti alla strage, alla ricostruzione della ferrovia e quant’altro”.

Continua Dell’Orco: Mi farò dire nomi e cognomi di chi lavorerà a questo nuovo dossier e cerchiamo di portare a galla nuovi documenti. So che anche la presidenza del Consiglio è già al lavoro da tempo su tutti questi dossier”. Come Governo “siamo già al lavoro da diverse settimane sull’argomento, è una delle prime cose che ho fatto arrivando al ministero. So che se ne stanno occupando anche Riccardo Fraccaro (ministro ai Rapporti con il Parlamento, ndr), la presidenza del Consiglio e ci stiamo tutti attivando per tirare fuori quello che si può tirare fuori dai ministeri della Difesa, degli Esteri e dei Trasporti per dare massima vicinanza alle vittime e anche naturalmente alla magistratura”.

Agenzia DIRE  www.dire.it

Potrebbero interessarti anche...