SPORT. ROMA, DOPO FORMULA ‘E’ IDEA MONDIALE MOTONAUTICA ELETTRICA.

IL CAMPIDOGLIO: PER VALORIZZARE IL TERRITORIO DI OSTIA, VALUTIAMO (DIRE) Roma, 11 ago.Dopo la Formula E la citta’ di Roma potrebbe ospitare una tappa di un altro campionato mondiale. Quello della Motonautica XCat, della Union international motonatique (Uim). Evento che porterebbe con se’, sempre sulla scia della gara automobilistica elettrica, anche elementi di sostenibilita’. Teatro della competizione, il mare di Ostia. Il progetto e’ stato presentato in commissione Turismo di Roma Capitale dal direttore sportivo Uim, Sebastiano Pellecchia, e dal rappresentante del Comitato promotore dell’evento, Pier Paolo Sigismondi. L’idea dei proponenti e’ quella di accompagnare la gara, che dovrebbe aver luogo tra giugno e luglio 2019, con una serie di attivita’ correlate che avrebbero l’obiettivo di coinvolgere scuole e universita’ della Capitale e del litorale romano. Nello specifico, si vorrebbe unire alla gara della Xcat anche una tappa della regata velica di flotta Swan Cup club50 e una competizione con barche elettriche o a energia solare, comunque interamente sostenibili, progettate dalle universita’ di Roma in modo da creare anche una competizione tra atenei (ognuno di loro parteciperebbe con la propria barca). E ancora, la realizzazione di un’area museale sulla storia della motonautica, una gara tra natanti storici e una tra studenti under 12 delle scuole di Ostia con imbarcazioni messe a disposizione dalla Federazione. “L’evento- ha detto Pellecchia- e’ assolutamente a impatto zero per emissioni di CO2. I natanti sono alimentati a benzina verde con motori 4 tempi e anche quelle poche emissioni sono azzerate grazie a progetti di compensazione”. Se il progetto dovesse andare in porto, quella romana potrebbe diventare una tappa di un campionato che gia’ coinvolge molte localita’ mondiali tra cui Dubai, Shanghai e Xiamen. Dalla commissione e’ arrivata la disponibilita’ “ad approfondire la questione”. “Ogni grande evento- ha detto la presidente della commissione, Carola Penna- e’ ben accetto se concorre a valorizzare il territorio in particolare quello di Ostia. Molto spesso ci si dimentica che Roma ha il suo mare e un evento come questo, che potrebbe iniziare in via sperimentale, servirebbe anche e soprattutto a questo”. 

Potrebbero interessarti anche...