Sora: Incontri del Centro studi “Patriarca”: prossimo ospite il Prof. Marcello Carlino.

Il prossimo incontro del ciclo Storia Arte Cultura organizzato dal Centro di Studi Sorani “V. Patriarca”, con il patrocinio del Comune di Sora/Assessorato alle Politiche culturali, è in programma venerdì 17 novembre 2017, alle ore 17, nella Sala “Simoncelli “ della Biblioteca Comunale di Sora in Piazza S. Francesco.

Il prof. Marcello Carlino, dell’Università degli Studi di Roma “La Sapienza”, è stato invitato a parlare del suo recente romanzo Il regionale delle sei e quarantatré, pubblicato da Robin Edizioni di Torino. «Per lo spaccato della vicenda e per i suoi risvolti metaforici – si legge nella bandella di copertina – lo si può intendere come il romanzo di un pendolare: un romanzo al di fuori degli schemi di genere convenuti, segnato da aperture allegoriche, condotto in chiave tragicomica e grottesca con una cura speciale per il montaggio narrativo, per la rete dei rimandi letterari, per la struttura del linguaggio».

Insomma un’esperienza davvero singolare: sulle carrozze in movimento, a causa di uno di quelle disfunzioni non rare di cui sono vittime i pendolari, «trabalzano frammenti del nostro vivere sociale – avverte sempre la bandella di copertina -, con il suo sciame di incoerenze, di frustrazioni e di disagi». Di Marcello Carlino, per tanti anni docente alla Sapienza, abituale protagonista degli incontri promossi dal Centro di Studi Sorani, si conoscono i numerosi saggi e articoli nel campo della teoria e della critica letteraria e in quello della storia della letteratura del Novecento. In questo stesso 2017, con il saggio sulla funzione e il valore della metamorfosi nella Commedia di Dante, ha inaugurato la collana del Centro di Studi Sorani verso il settimo centenario della morte di Dante (1321-2021). Leggere e gustarsi ora la prima opera narrativa di Marcello Carlino sarà una piacevolissima scoperta. E il nome del protagonista rimarrà ignoto: «D’altra parte che importa il nome?» è la domanda che chiude il romanzo: «Per il racconto un nome o l’altro non fa differenza: alla letteratura che si conviene non convengono i nomi».

Nell’incontro del prossimo 17 novembre sarà il sempre bravo a applaudito Vincenzo D’Alfonso, Colonnello paracadutista in pensione, presidente della Federazione teatrale volsca, a offrire un saggio di lettura di alcune pagine del romanzo.

Visite: 24