Sora: Gold Trail, presentato l’evento in conferenza stampa.

E’ stato presentato, in sede di conferenza stampa lunedì 23 settembre nella sala consiliare del municipio, il “GOLD TRAIL” evento previsto sabato 28 settembre a partire dalle ore 18.30, realizzato a cura dell’ Associazione Heal Onlus che sostiene il lavoro di medici, infermieri e biologi impegnati quotidianamente nella cura e nella ricerca nell’ambito della neuro-oncologia pediatrica. La manifestazione è patrocinata del Comune di Sora. A moderare la conferenza stampa Ivano Capocciama, presenti il Sindaco Roberto De Donatis, il presidente del CAI SORA dott. Lucio Meglio, la madrina e sostenitrice del’Associazione Elena Santarelli e il Sig. Simone Di Biase fondatore di Heal. Ricerca, conoscenza, lotta e sconfitta sono le azioni da intraprendere contro i tumori che colpiscono in particolare i bambini: questi i comuni denominatori in cui, i vari attori intervenuti alla conferenza stampa, si riconoscono e si impegnano quotidianamente per vincere la malattia. Particolarmente toccanti gli interventi della madrina e del fondatore Heal, che con grande caparbietà e dedizione si battono per sconfiggere il tumore avendo direttamente vissuto traumatiche esperienze loro stessi figli. E’ stato il prof. Lucio Meglio, Presidente della sezione CAI Sora ad illustrare la prima parte del “Gold Trail” ed in particolare della “Passeggiata notturna”. Il percorso prevede la salita a partire dalle ore 18.30 presso il sagrato della Cattedrale di Sora verso il Castello Medievale di San Casto, seguendo il percorso paleo-archeologico. L’arrivo alla rocca si prevede intorno alle ore 20.00. Si proseguirà poi in direzione del Santuario della Madonna delle Grazie per giungervi alle  ore 20:30 circa. Intorno alle ore 21.00, sarà proprio il sagrato del santuario caro a tutti i sorani, a far da cornice al concerto dei Maestri Fabio e Sandro Gemmiti, al Coro Polifonico Artis Musicae Academia e alla straordinaria partecipazione del maestro Ambrogio Sparagna.

Nel suo intervento il Sindaco Roberto De Donatis ha dichiarato “Il senso di questa iniziativa è che oggi è tutto legato da un filo conduttore: dobbiamo combattere per un mondo più incontaminato, dobbiamo combattere per la tutela dei bambini che saranno le nuove generazioni del futuro. L’ascesa che andremo a fare sul Monte San Casto, che alla cui cima conserva un paesaggio incontaminato e che ci mette a contatto con la natura, è simbolicamente l’ascesa verso il raggiungimento di mondo più pulito, un mondo migliore.”

 

 

Visite:47

Potrebbero interessarti anche...