Sondaggi Dire-Tecnè: nella crisi sale la fiducia nel Conte 2, continua il calo della Lega.

Sale anche il M5s, che torna terzo partito. Risparmi degli italiani: il 9% ha tagliato anche spese alimentari.

ROMA – A meta’ febbraio solo il 26,4% degli italiani aveva fiducia nel governo giallorosso, oggi invece e’ il 31,1% a sposare le politiche dell’esecutivo. E’ quanto emerge dal sondaggio di Monitor Italia, nato dalla collaborazione tra Agenzia Dire e Istituto Tecne’, con interviste effettuate il 7 e 8 maggio.

Alla scoperta del paziente 1, 21 febbraio, la fiducia era gia’ salita al 27,1% per poi salire al 28,3% con l’istituzione delle zone rosse del 28 febbraio. Impennata ulteriore il 6 marzo, quando l’intero Paese divenne zona rossa (28,8%).

In pieno lockdown, verso il 20 marzo, il 30,8% si diceva fiducioso nelle azioni del governo fino a raggiungere il picco di 31,8% il 10 aprile. Di fatto, da oltre un mese a questa parte, la fiducia nel Conte 2 non e’ mai scesa sotto il 30%.

Ad aprile l’andamento del bilancio familiare degli italiani e’ stato per la maggior parte delle persone in equilibrio tra entrate ed uscite. E’ quanto emerge dal sondaggio di Monitor Italia, nato dalla collaborazione tra Agenzia Dire e Istituto Tecne’, con interviste effettuate il 7 e 8 maggio.

Il 44% delle persone contattate ha raccontato di un bilancio in equilibrio, mentre il 26% dice di aver usato i risparmi, indebitandosi, tagliando alcune spese tranne quelle alimentari.

Piu’ soddisfatto un altro 19% che ha “risparmiato qualcosa”. A fronte pero’ di un 9% che ha tagliato tutto, anche le spese alimentari. Solo il 2% dichiara invece di aver risparmiato “abbastanza”.

Continua a scendere il consenso della Lega tra gli italiani, col Pd che riduce ulteriormente lo scarto dal primo partito, pur perdendo qualcosa nell’ultima settimana, mentre il M5S conquista terreno tornando ad essere terzo partito. E’ quanto emerge dal sondaggio di Monitor Italia, nato dalla collaborazione tra Agenzia Dire e Istituto Tecne’, con interviste effettuate il 7 e 8 maggio.

Negli ultimi sette giorni la Lega registra ancora un passivo (-0,6%) che lo fa scendere a 26,6%. Si riavvicina il PD, che pur perdendo 0,1% ha ora il 20,9% dei consensi. Balzo in avanti del M5S, che nell’ultima settimana guadagna 0,6%, supera FDI, e torna ad essere terzo partito con il 14,9% dei consensi. Segue proprio il partito di Giorgia Meloni (-0,2%), ora al 14,6%. Stabile Forza Italia all’8%.

Non sostanziali i cambiamenti dei partiti minori: Italia Viva (-0,1%) 3,5%, La Sinistra (+0,1%) 2,8%, Azione e Verdi (entrambi -0,1%) 1,8%, +Europa stabile all’1,7%.

Agenzia DIRE  www.dire.it

 

Visite totali:216
Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche...