SOCIALE. DOMANI A GENZANO INCONTRO PUBBLICO SU DDL PILLON.

NON UNA DI MENO’ CASTELLI ROMANI: ‘È PROPOSTA CLASSISTA’ (DIRE) Roma, 31 gen. – “Il Ddl Pillon significa meno scelta e piu’ sottomissione. Conoscerlo per rifiutarlo”. ‘Non una di meno Castelli Romani’ chiama a raccolta le donne per discutere il contestatissimo Ddl Pillon (il disegno di legge presentato dal senatore della Lega Simone Pillon che introduce modifiche in materia di diritto di famiglia, separazione e affido condiviso dei minori) venerdi’ 1 febbraio alle 18 alla Casina delle Rose di Genzano di Roma. “Il Ddl Pillon e’ l’ennesimo tentativo dell’attuale governo di tornare al medioevo- si legge nel testo dell’evento Facebook- Di fatto, attraverso questo disegno di legge patriarcale e maschilista, si cerca di limitare la liberta’ di accesso al divorzio, ostacolandolo con l’aumento dei costi, con l’introduzione della figura del mediatore familiare il quale ‘ha l’obbligo di risolvere conflitti e violenze che entrambi le parti hanno contribuito a creare’. Non riconosce in questo modo ne’ la violenza di genere, ne’ la violenza assistita. Introduce il piano genitoriale per un affido condiviso atto a contestare ‘l’alienazione genitoriale’ (espressione creata ad hoc per dare forza al Ddl), ma che non tiene conto dei bisogni reali delle famiglie”. “È una proposta classista?- continua ‘Non una di Meno Castelli Romani’- Si’, perche’ viene abrogato l’art. 570 bis del Codice Penale. Viene meno ogni forma di responsabilita’ economica del coniuge/genitore economicamente piu’ forte. Ne consegue che il mancato versamento per la moglie o per i figli non e’ piu’ ritenuta una condotta penalmente rilevante”.

Agenzia DIRE  www.dire,it

Visite: 37

Potrebbero interessarti anche...