SMOG. CIELI PIÙ PULITI IN EUROPA, UNIMORE COORDINA PROGETTO.

RICETTE SMART ANTI GAS SERRA, RICERCATORI IN VISITA AL “FERRARI” (DIRE) Modena, 19 ott. – Migliorare l’affidabilita’ degli azionamenti elettrici usati nelle applicazioni aerospaziali (secondo la filosofia Mea: More Electric Aircraft) ma anche diminuire l’impatto ambientale dei futuri mezzi di trasporto. È il duplice obiettivo del progetto europeo Raise (Reliable aircraft electrical insulation system selection), di cui l’Universita’ di Modena e Reggio Emilia e’ nuovo coordinatore (prima ci pensava l’Universita’ di Parma). Si e’ appena conclusa la visita al dipartimento di Ingegneria Enzo Ferrari dei ricercatori di Liebherr Aerospace, multinazionale leader nel settore aerospaziale e dei sistemi di trasporto, nonche’ partner del consorzio Clean Sky e topic manager del progetto Raise. Partito l’1 marzo scorso, quest’ultimo e’ finanziato dal consorzio Clean Sky, il maggior programma di ricerca a livello europeo, inserito all’interno del sistema di finanziamenti Horizon 2020, quello che mira allo sviluppo di soluzioni innovative per la riduzione di anidride carbonica, gas serra e inquinamento acustico prodotto dagli aerei. Commenta Davide Barater, recentemente nominato valutatore esperto per la Comunita’ europea in H2020: “Raise e’ il secondo progetto europeo, in campo aereospaziale, di cui il nostro gruppo di ricerca e’ coordinatore. Ci ha permesso di interagire con centri di eccellenza e approfondire le conoscenze in un campo di ricerca particolarmente competitivo”.

Agenzia DIRE  www.dire.it

 

Visite: 57

Potrebbero interessarti anche...