Sindacato Sinlai:” Non dimentichiamo i lavoratori stagionali sfruttati durante il periodo estivo”.

Ferragosto, Arenare (Sinlai):” Non dimentichiamo i lavoratori stagionali Italiani sfruttati durante il periodo estivo”

Nella giornata di ferragosto è consuetudine per le famiglie Italiane passare la giornata, con amici e parenti, in allegre gite fuori porta. Spesso la meta prescelta è il mare, dove i bar, ristoranti, campeggi e lidi utilizzano quasi totalmente lavoratori stagionali assunti solo durante il periodo estivo spesso impiegati al nero o con contratti capestri.

Valerio Arenare, Segretario Nazionale del Sindacato Sinlai, Sindacato vicino al movimento politico Forza Nuova, ha voluto volgere un suo pensiero proprio a questi lavoratori:” Oggi stiamo festeggiando Feriae Augusti, e il Sinlai coglie l’occasione per augurare una serena e felice giornata a tutti i lavoratori, disoccupati, pensionati Italiani e alle loro famiglie. Ma, nel contempo, vuole inviare un pensiero a tutti i lavoratori stagionali impiegati in questo periodo estivo in bar, ristoranti, lidi balneari, alberghi, agriturismi, locali notturni e in altre strutture che svolgono prevalentemente la loro attività nel periodo estivo. Spesso si tratta di studenti che durante il periodo estivo cercano di guadagnarsi i soldi per le vacanze o per pagarsi gli studi, in altri casi sono disoccupati che vivono in zone turistiche che riescono a trovare occupazione solo in estate o più semplicemente lavoratori e pensionati che cercano un occupazione per arrotondare lo stipendio. Non vogliamo generalizzare, molti sono i casi di strutture dove vengono rispettati tutti i diritti dei lavoratori così come sancito dalle vigenti norme in materia di diritti dei lavoratori, ma allo stesso tempo sono anche moltissime le strutture dove i lavoratori sono sfruttati, sottopagati e spesso costretti a vivere, durante questi pochi mesi, in alloggi non consoni. Questo è il frutto di decenni di menefreghismo da parte di politici e sindacati maggiormente rappresentativi che considerano queste categorie lavorative come fantasmi, al pari di tantissime altre categorie lavorative come ad esempio i pony express o i corrieri di cui il Sinlai si occuperà nel prossimo futuro sopratutto a seguito delle inutili, inconcludenti e inapplicabili Norma sui Riders presentata da Di Maio. Lavoratori Fantasma che tutti vedono ma fanno finta di non vedere perchè troppo impegnati a preoccuparsi dei diritti degli stagionali extracomunitari per accorgersi che della stragrande percentuale di stagionali e lavoratori con contratti assurdi Italiani presenti, non solo in agricoltura ed in edilizia, ma anche e sopratutto presso le strutture turistiche e di ristorazione. A Breve il Sinlai presenterà una serie di richieste al Ministero del Lavoro per invitare, chi di dovere, a valutare norme idonee per sostenere e difendere questi lavoratori. Siamo ben consci che spesso e volentieri le aziende di questo settore sono in difficoltà economiche e quindi, spesso, portate a lavorare in questo modo, ed è per questo che nella documentazioni che presenteremo saranno presenti anche delle note per chiedere un aiuto concreto per le piccole e medie aziende che operano nel settore anche, e sopratutto, per dare loro la possibilità di lavorare rispettando tutte le norme previste”.

Ufficio stampa Sinlai

Visite:41

Potrebbero interessarti anche...