Settimana contro le discriminazioni. Tre eventi di sensibilizzazione.

Nella società con tutti e come tutti
Tre giorni di formazione su una doppia discriminazione: stranieri e disabilità.

Tre eventi di informazione e sensibilizzazione nell’ambito della XVII Settimana di azione contro
il razzismo (dal 21 al 27 marzo 2021) promossa dall’Ufficio nazionale per il contrasto delle
discriminazioni razziali, Unar, istituito presso la presidenza del Consiglio dei Ministri. È quanto
organizzano, nei giorni 21,22 e 23 marzo, la FISH – Federazione italiana per il Superamento
dell’Handicap, ASGI – Associazione per gli studi giuridici sull’immigrazione, il Festival dei
Diritti Umani e la LEDHA – Lega per i diritti delle persone con disabilità.

Si comincia il 21 marzo, Giornata internazionale per l’eliminazione della discriminazione razziale,
alle ore 18.30, con “La disabilità non ha confini”, un seminario di approfondimento organizzato
dal Festival dei Diritti Umani e che verrà trasmesso in diretta su YouTube, Facebook e sul sito di
FISH Onlus, all’interno del quale verranno presentati i due documentari: Zulu Rema che ha
imparato a volare di Gaia Vianello e La sedia di cartone di Marco Zuin.
Un approfondimento su cosa significa vivere con una disabilità in Africa. L’incontro che sarà
moderato da Danilo De Biasio, il direttore del Festival dei Diritti Umani, sarà introdotto dal
presidente della FISH, Vincenzo Falabella e vedrà la partecipazione del direttore della rivista
Africa, Marco Trovato e dei registi Gaia Vianello e Marco Zuin.

Perché “I diritti non chiedono permesso”, parafrasando il titolo del seminario formativo per
avvocati, operatori legali e sociali che si terrà il 22 marzo, la seconda delle iniziative organizzate
da FISH, Asgi, Festival dei Diritti Umani, Ledha. Il seminario è rivolto, in particolare, alle giuriste
ed ai giuristi per illustrare le potenzialità e i limiti del contenzioso giudiziario che ha interessato
le corti nazionali, al fine di favorire la conoscenza degli strumenti che il diritto offre per tutelare
i diritti delle persone di origine straniera con disabilità. A partire dalla considerazione che le
diverse condizioni di vulnerabilità che possono caratterizzare la vita delle persone, a volte, si
sommano e si integrano tra loro, moltiplicando così gli ostacoli che esse devono superare per
condurre un’esistenza libera e dignitosa, discuteranno, più in generale, degli strumenti di tutela
dei diritti degli stranieri con disabilità in Italia: Livio Neri e Alberto Guariso di Asgi, Laura Abet
di Ledha, Francesco Rizzi dello studio legale Diritti e Lavoro.

(lettori 183 in totale)

Potrebbero interessarti anche...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: