SERTUBI. SERRACCHIANI SCRIVE A DI MAIO PER TAVOLO AL MISE.