SEA WATCH. PORTAVOCE: RACKETE NON È PENTITA, MANOVRA GDF IRRESPONSABILE.

(DIRE) Roma, 30 giu. – “Carola si e’ sacrificata per portare a terra i migranti e non si e’ pentita di quanto ha fatto, perche’ ha agito in stato di necessita’. Noi crediamo che sia irresponsabile che anche nel momento in cui e’ stato violato un alt si faccia questo tipo di manovra ostruttiva nei confronti di una nave che non voleva certamente minacciare o bombardare”. Lo dice Giorgia Linardi, portavoce di Sea Watch Italia, durante una conferenza stampa a Lampedusa. Poi, aggiunge: “Carola si e’ effettivamente scusata con la Guardia di finanza ma non per essere entrata in porto. Mi ha detto che non aveva scelta perche’ non poteva fare un’altra notte in mare. Dalle forze dell’ordine non c’e’ stata la stessa attenzione che hanno avuto per la nave per tutte quelle persone che hanno pesantemente insultato la comandante. Si e’ lasciato per parecchio tempo che persone insultassero la comandante e l’equipaggio, Ho anche chiesto a un ufficiale di farci spostare ma sono stata ignorata. Daremo la massima collaborazione alle indagini”.

Agenzia DIRE  www.dire.it

Visite totali:19
Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche...