SCUOLA. LABRIOLA (FI): CONTE BOCCIA AZZOLINA.

(DIRE) Roma, 25 ago. – “Conte sale in cattedra e boccia la ministra Azzolina richiamando tutti alla responsabilita’. Purtroppo arriva tardi perche’ la ministra ha gia’ perso molto tempo prezioso. Di questo inizio anno scolastico abbiamo solo una certezza e cioe’ che la scuola ripartira’, o dovrebbe ripartire, a settembre. Tutto il resto rimane oscuro. Ci saranno ingressi scaglionati? Quale sara’ la durata effettiva delle lezioni? Molte sono le domande che necessitano di risposte. Se la scuola deve ripartire in sicurezza non la si puo’ lasciare alla discrezionalita’. Come si fa a pensare ad esempio che un bambino porti correttamente la mascherina per molte ore? Bisogna preferire le visiere protettive e c’e’ assoluto bisogno di sapere come verranno sanificate le aule. In realta’ il Governo ha scaricato tutte le responsabilita’ sui dirigenti scolastici. Con il ritardo nell’acquisto dei banchi monouso e la mancanza di spazi alternativi alle classiche aule, sara’ necessaria sicuramente la didattica a distanza da affiancare a quella in presenza. La scuola e’ la cartina tornasole di un esecutivo che parla molto e agisce poco per l’interesse del Paese”. Lo dichiara in una nota Vincenza Labriola, deputata di Forza Italia.

Agenzia DiRE  www.dire.it

Visite: 153

Potrebbero interessarti anche...