SCUOLA. ELEZIONI, AZZOLINA: A CHIUDERE MENO DELLA METÀ DEGLI ISTITUTI.

(DIRE) Roma, 29 lug. – Le scuole che ospitano i seggi elettorali sono meno della meta’, e anche se non si dovessero trovare altri spazi in vista delle elezioni del 20 e 21 settembre, “si perderebbero solo due giorni di lezione”. A precisarlo e’ la ministra dell’Istruzione, Lucia Azzolina, intervenuta questa mattina a Rtl 102.5. “Ho richiesto di individuare luoghi alternativi per i seggi, ma sono gli enti locali a decidere- ha aggiunto la ministra- i seggi da ricollocare sarebbero circa 50mila. Ma da qui al futuro spero che si trovi una soluzione strutturale per evitare che le elezioni si svolgano nelle scuole”. Durante l’intervista radiofonica Azzolina ha confermato che non ci saranno ritardi, e la scuola riaprira’ il 14 settembre. Mentre sull’eventuale obbligo di indossare le mascherine in classe, la ministra ha ricordato che “tutte le decisioni sanitarie devono essere prese considerando la curva epidemiologica”, e che a fine agosto sara’ il ministero della Salute a dare indicazioni circa l’uso delle mascherine. Sull’edilizia leggera Azzolina ha poi aggiunto che “una parte di soldi ci sono gia’, ma non bastano”, e che per questo una soluzione potrebbero essere i fondi del Recovery Fund, “in un piano che permettera’ di intervenire in maniera strutturale, per abbattere il numero degli alunni per classe e la dispersione scolastica”.

Agenzia DiRE  www.dire.it

Visite: 81

Potrebbero interessarti anche...