SCUOLA. AZZOLINA PARTECIPA ALLA RIUNIONE DEI MINISTRI DEL G20.

(DIRE) Roma, 28 giu. – La ministra Lucia Azzolina ha partecipato, ieri pomeriggio, in videoconferenza, alla riunione straordinaria dei ministri dell’Istruzione del G20 per discutere, alla luce anche dell’attuale emergenza sanitaria, dell’importanza di poter assicurare la continuita’ dell’istruzione e della formazione anche in contesti di crisi. L’incontro e’ stato aperto dal ministro dell’Istruzione del Regno dell’Arabia Saudita, Hamad Mohammed Al-Sheikh, che ha la presidenza di turno. Nel corso della riunione i Paesi membri del G20 hanno condiviso le politiche attuate durante la pandemia con la sospensione delle lezioni e si sono confrontati su possibili ambiti di futura collaborazione. Al termine della riunione e’ stata adottata una Dichiarazione congiunta dei ministri dell’Istruzione. Lo fa sapere una nota del ministero. “Ringrazio il ministro Al-Sheikh per aver promosso questo incontro- ha detto Azzolina- Mi auguro che insieme a tutti i Paesi del G20 potremo migliorare le azioni messe fin qui in campo a tutela delle nostre studentesse e dei nostri studenti. In questi mesi il Governo italiano ha adottato misure per assicurare il diritto all’istruzione, garantito dalla Costituzione, salvaguardando al tempo stesso anche il diritto alla salute. Al momento- ha aggiunto la ministra- stiamo pianificando e organizzando il nuovo anno scolastico in una situazione di ‘nuova normalita”. Si tratta di una grande sfida che riguarda non solo l’attuazione delle misure sanitarie e la definizione di una nuova organizzazione degli ambienti di apprendimento e dei gruppi classe, ma anche il riassetto delle risorse finanziarie e umane e, a lungo termine, un ripensamento della visione complessiva dell’istruzione”. La ministra ha poi concluso: “Credo che per uscire dall’attuale crisi dobbiamo prestare una maggiore attenzione all’istruzione e formazione che possono fornire un contributo nel sostenere la resilienza e la ripresa dei sistemi economici e sociali, facilitando anche una maggiore accelerazione su sostenibilita’ e digitale”.

Agenzia DiRE  www.dire.it

Visite: 146