SCUOLA. AZZOLINA A RAGUSA: FONDAMENTALE UTILIZZARE RISORSE STATO.

MINISTRA VISITA IC ‘PORTELLA DELLA GINESTRA’ DI VITTORIA (DIRE) Ragusa, 8 lug. – “E’ fondamentale utilizzare bene tutte le risorse stanziate per l’istruzione e spenderle velocemente. Nel decreto scuola abbiamo anche fatto una norma richiesta dagli enti locali per rendere i presidenti delle province e i sindaci, commissari straordinari. L’obiettivo e’ quello di smaltire, in questo modo, la burocrazia che un po’ soffoca il Paese”. Cosi’ la ministra dell’Istruzione, Lucia Azzolina, oggi in visita all’Istituto comprensivo ‘Portella della Ginestra’ di Vittoria (Ragusa) dopo una notte trascorsa al consiglio dei ministri a roma per l’approvazione del decreto Semplificazioni.
Ad accogliere la ministra nella scuola siciliana, il dirigente scolastico Daniela Mercante e le autorita’ istituzionali, tra cui il prefetto di Ragusa, Filippina Cocuzza, il commissario straordinario di Vittoria, Filippo Dispenza, e il personale scolastico, insieme all’orchestra dell’istituto composta dagli alunni delle classi medie. “Abbiamo stanziato 330 milioni di euro per l’edilizia scolastica- ha aggiunto Azzolina- da dare agli enti locali tramite pon e, di questi, la Sicilia ne ricevera’ 30.
Inoltre, ci sono altri 331 milioni di euro che abbiamo dato ai dirigenti scolastici. Abbiamo recentemente firmato per altri 55 milioni per le scuole secondarie di secondo grado”.
Evitare la dispersione scolastica e’ uno degli aspetti che sta a cuore alla ministra: “Ieri abbiamo stanziato altri 236 milioni di euro per acquistare libri per gli studenti meno abbienti, zainetti e device. Nessuno deve restare indietro”. Si e’ parlato anche di test sierologici: “Sono assolutamente favorevole- ha dichiarato la ministra- penso che questo possa permettere ancora di piu’ di ritornare in sicurezza nelle scuole. Su tempistiche e modalita’, sara’ il ministero della Salute a decidere”.
La ricerca di nuovi locali per garantire la continuita’ scolastica in sicurezza, nel rispetto del distanziamento fisico e’ al vaglio del ministero dell’Istruzione per la ripartenza della scuola: “Stiamo operando, innanzitutto, sugli edifici esistenti- ha concluso Azzolina- per rimodulare gli spazi.
Laddove non fosse possibile, metteremo a norma edifici dismessi e in un secondo momento guarderemo alla possibilita’ di usare anche musei, cinema, teatri per fare lezioni in presenza. Perche’ i nostri studenti e studentesse non dovrebbero respirare anche un po’ di cultura fuori dalle strutture scolastiche?”.

Agenzia DiRE  www.dire.it

Visite: 170

Potrebbero interessarti anche...