SCUOLA. AURIGEMMA: REGIONE LAZIO VALUTI SLITTAMENTO APERTURA DOPO REFERENDUM.

“CI UNIAMO A RICHIESTA AMMINISTRATORI LOCALI E DIRIGENTI DEGLI ISTITUTI” (DIRE) Roma, 5 set. – “Si stanno evidenziando le difficolta’ di mettere in sicurezza gli studenti in vista dell’apertura dell’anno scolastico, prevista per il 14 settembre. Pensiamo alla mancanza di attrezzature (banchi e sedie), di collaboratori e insegnanti, alle problematiche legate al distanziamento, agli interventi di sanificazione, al trasporto scolastico e al trasporto pubblico. Inoltre, le linee guida sono state emanate qualche giorno fa e c’e’ poco tempo per adeguarsi, al fine di riaprire in totale sicurezza. Questi sono alcuni dei motivi che hanno spinto numerosi sindaci, amministratori locali e dirigenti scolastici a scrivere agli organi preposti per valutare seriamente la possibilita’ di posticipare l’inizio della scuola nel Lazio a dopo lo svolgimento del referendum e delle elezioni amministrative, che si terranno il 20 e 21 settembre. Mi auguro che il presidente Zingaretti, visto che ad oggi l’assessore Di Berardino in commissione ha parlato di incontri per risolvere i problemi confermando di fatto le criticita’, possa valutare seriamente la possibilita’ di riprendere le lezioni nel tempo utile per adeguarsi a tutte le norme, garantendo la massima sicurezza agli studenti, ai familiari e al personale”. Lo dichiara il consigliere di Fratelli d’Italia della Regione Lazio Antonello Aurigemma.

Agenzia DiRE  www.dire.it

Visite: 126

Potrebbero interessarti anche...