Sciopero ANSA. Paolo Capone, leader UGL: “Tuteliamo uno dei principali strumenti di informazione del Paese”.

“Solidarietà alle lavoratrici e ai lavoratori dell’agenzia di stampa ANSA dopo la decisione della proprietà di mettere in cassa integrazione parte dei dipendenti e decurtare lo stipendio ai collaboratori esterni. Occorre, quindi, capire le motivazioni di questa decisione, verificare i bilanci e le relative prospettive, fare di tutto per salvare l’occupazione. Non si può pensare di bilanciare i conti di una azienda, che ha subito delle perdite economiche dovute all’emergenza Covid-19, scaricando i costi sui redattori, compresi i collaboratori esterni. In tal senso, è opportuno aprire un tavolo di confronto con l’azienda per capire quali sono le prospettive di rilancio e un’eventuale riorganizzazione del lavoro, tutelando però gli stipendi dei lavoratori che durante l’emergenza hanno continuato a lavorare. Non può essere messo a rischio uno dei principali strumenti di informazione del Paese”. Lo ha dichiarato in una nota Paolo Capone, Segretario Generale dell’UGL, in merito allo sciopero di 48 ore indetto dall’agenzia ANSA.
Visite totali:65
Print Friendly, PDF & Email